Giovedì, 25 Giugno 2015 11:30

Salauno Teatro chiude la sua stagione 2014/2015 con due splendidi concerti In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Giovedì 2 luglio, alle ore 21:00, l’INDIVENIRE ENSEMBLE, residenza artistica del Teatro, si esibirà nell’ultimo concerto della stagione riproponendo Le Maschere, performance musicale inclusa nel ciclo Prospettive Contemporanee – Ascolti del Nuovo Millennio.  

Domenica 5 luglio, alle ore 21:00, sarà la volta dell’Orchestra Mandolinistica Romana, che riproporrà una selezione di opere di esimi maestri della musica classica e contempranea, quali Khachaturian, Mozart, Rossini, Piazzola e molti altri. 

Entrambe le orchestre saranno dirette 

dal Maestro Teresa Fantasia

Giovedì 2 luglio ore 21:00

L’InDivenire Ensemble

in

LE MASCHERE

Prospettive Contemporanee - Ascolti del Nuovo Millennio

Programma di sala:

Arnold Schönberg  “Pierrot Lunaire  op.21” (1912)

(DURATA CIRCA 20 MIN.)

1 Mondestrunken

2 Colombine

3 Der Dandy

4 Eine blasse Wäscherin

5 Valse de Chopin

6 Madonna

7 Der kranke Mond

8 Nacht

9 Gebet an Pierrot

10 Raub

11 Rote Messe

12 Galgenlied

13 Enthauptung

14 Die Kreuze

15 Heimweh

16 Gemeinheit

17 Parodie

18 Der Mondfleck

19 Serenade

20 Heimfahrt

21 O alter Duft

Teresa Fantasia “Bip” (2015) 

DURATA CIRCA 15 MIN. 

Busoni – Fantasia “Rondò Arlecchinesco” (1915 - 2015) 

L’ InDivenire Ensemble fondata nel 2014 da Teresa Fantasia, pianista, compositore e direttore d’orchestra, è un organico di strumentisti che si alternano nell’esecuzione dei maggiori capolavori del Novecento e della musica colta contemporanea. L’InDivenire Ensemble nasce dalla volontà del  M°Fantasia di promuovere le grandi pagine della storia musicale del Novecento tutt’ora poco eseguite e poco conosciute, di presentare grandi Maestri il cui sguardo ha travalicato i tempi confermandosi attuale; nonché proporre moderni compositori internazionali dai linguaggi significativi i cui brani appaiono permeati dall’intenzionalità.

L’intenzionalità, nella comunicazione e nell’espressione,  è l’ elemento basilare, il trait-d’union, di questa rassegna musicale; il tutto attraverso maestri esecutori che, condividendo questo assunto, desiderano manifestare il loro pensiero e la loro interiorità al fine di tracciare una prospettiva contemporanea.

Nasce cosi il progetto Prospettive Contemporanee, una rassegna musicale strutturata in un ciclo di concerti nei quali si eseguono musiche di autori stranieri e italiani (tra cui composizioni originali  del M° Fantasia) in un percorso di ricerca culturale e stilistica che ci porta direttamente nel nuovo secolo musicale.

L’intera rassegna Prospettive Contemporanee si svolgerà per la stagione 2014/2015 presso il Teatro SalaUno in P.zza S. Giovanni 10, Roma, residenza artistica  dell’InDivenire Ensemble.

Domenica 5 luglio ore 21:00

Orchesta Mandolinistica Romana

Programma di sala:

A. Khachaturian – Danza delle fanciulle di rosa

W. A. Mozart – Sinfonia n.40 in SOL minore

A. Borodin – Danze polovesiane

Y. Kuwahara – The song of Japanese Autumn

L. Mereu – Suite Greca

M. Moszkowski – Habanera

J. Brahms – Danza Ungherese n.5

G. Rossini – La danza (Tarantella)

C. Jannitti – Er core de Roma

A. Piazzolla – Libertango

E. Angulo – Suite Mexicana op. 16 (Valzer e Polka)

L'Associazione Mandolinistica Romana, costituita nel 1984, è un'associazione culturale che persegue la promozione dell'arte mandolinistica, l'organizzazione di manifestazioni culturali e la tutela del patrimonio culturale mandolinistico, tra i più antichi e tipici della nostra tradizione.

L'Associazione Mandolinistica Romana ha avuto negli ultimi anni, come presidente onorario, il M° Giuseppe Anedda, scomparso nel 1997. Lo possiamo considerare come colui che ha diffuso, nel mondo, la conoscenza del mandolino.

Parte integrante dell'Associazione Mandolinistica Romana è la formazione orchestrale denominata "Orchestra Mandolinistica Romana" che si avvale di 25 elementi circa impegnati in attività concertistiche con diverse formazioni orchestrali, che si dedicano allo studio degli strumenti a plettro nonché alla realizzazione di nuove composizioni.

L'attività di questa orchestra ha permesso di riportare alla vita tante opere di artisti come Vivaldi, Beethoven, Hummel, Pergolesi, Mozart, Verdi, Mahler, Stravinskij ed altri.

Gli strumenti peculiari utilizzati dall'Orchestra Mandolinistica Romana sono derivati dalla famiglia del liuto; questi strumenti, che conservano la forma della cassa piriforme con fondo ricurvo, ma che si differenziano per la struttura del cavigliere e per l'accordatura, sono i mandolini, le mandole, i mandoloncelli, nonché strumenti a pizzico, chitarre e ad arco, contrabbasso.

Notevole apporto è stato dato dall’arpa che è divenuta parte integrante dell’orchestra. Talvolta viene utilizzato il clavicembalo.

Il repertorio dell'Orchestra Mandolinistica Romana comprende musiche di autori classici come Ambrosius, Calace, Cecere, Gervasio, Monti, Mozart, Strauss, Vivaldi ed altri ed un'ampia scelta di canzoni della musica folcloristica e popolare, italiana ed estera, sapientemente rielaborate da compositori operanti nell'ambito dell'Associazione Mandolinistica Romana

L'Associazione Mandolinistica Romana aderisce alla Federazione Mandolinistica Italiana ed alla Federazione Mandolinistica del Lazio.

IL DIRETTORE

Teresa Fantasia

Nata a Gaeta nel 1985, inizia giovanissima lo studio del pianoforte, diplomandosi nel 2006 presso il Conservatorio "S.Cecilia" di Roma, sotto la guida del M° Tiziana Acanfora e perfezionandosi con i pianisti M° Franco Medori e M° Sasha Bajcic. Ha partecipato a numerosi Concorsi Pianisitici Nazionali ed Internazionali, classificandosi sempre tra i primi posti, esibendosi sia come solista che in formazioni da camera. Ha intrapreso gli studi di Composizione con il  M° Francesco Carotenuto, diplomandosi col massimo dei voti e la lode e si è specializzata  in Composizione per la Musica Applicata con il M° Antonio Di Pofi col massimo dei voti e la lode . Ha conseguito, inoltre, il diploma nella "Scuola Sperimentale di Lettura della Partitura" con il M° Gino Nappo. Recentemente ha partecipato al XII e XIII Stage per Giovani Direttori d'Orchestra tenuti dal M° Francesco Carotenuto con l'International ChamberEnsemble e ha infine conseguito il Diploma in Direzione d'Orchestra presso l'Accademia Musicale Pescarese con il M° Donato Renzetti.

Attualmente si sta perfezionando in Direzione d’Orchestra con il M° Francesco Vizioli

Ha inoltre dato il proprio contributo partecipando alle stagioni 2012/13 e 2013/14 di CONTEMPORANEA presso l'Auditorium Parco della Musica. Si è distinta vincendo il premio come migliore allieva del Conservatorio a.a.2010/2011. All'attività di pianista, compositore e direttore d'orchestra unisce anche quella didattica.

bianco.png