Venerdì, 05 Agosto 2022 09:35

Palazzo Merulana. “Cuore cosciente”, Pier Paolo Pasolini raccontato nel Fumetto dal 26 agosto al 2 ottobre

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

«Ma io, con il cuore cosciente di chi soltanto nella storia ha vita, potrò mai più con pura passione operare, se so che la nostra storia è finita?» Pier Paolo Pasolini (da: Me ne vado, ti lascio nella sera, 1957) 

ROMA - Dopo il successo nel 2021 della mostra Women In Comics,  dal 26 agosto al 2 ottobre 2022 Palazzo Merulana torna ad omaggiare la Nona Arte, la sua forza ed incisività, con Cuore cosciente - Pier Paolo Pasolini raccontato nel Fumetto, una straordinaria antologica che, proprio attraverso il linguaggio del fumetto,  ripercorre la vita e le opere del grande poeta, sceneggiatore, attore, regista, scrittore, pittore, romanziere e drammaturgo italiano,  in occasione del centenario della sua nascita. 


L’esposizione, a cura di Stefano Piccoli, prodotta da ARF! Festival, in collaborazione con Coopculture, con il sostegno di Regione Lazio, Progetto ABC, ATCL, La Città Incantata, raccoglie più di 80 opere di alcune delle più prestigiose firme del fumetto italiano, tratte da 4 fondamentali graphic novel che lo hanno raccontato sotto diverse chiavi di lettura: tenere o crude, oniriche o esplicite, furiose o spirituali, comunque sempre emozionanti.

Si tratta di tavole originali, illustrazioni di copertina, bozzetti preparatori, disegni e stampe inedite (concesse in esclusiva) dei libri a fumetti Pasolini di Davide Toffolo, Pasolini 1964  di Giuseppe Palumbo, Diario segreto di Pasolini di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini e Il delitto Pasolini di Gianluca Maconi.

L’esperienza dei visitatori sarà arricchita da alcune storie brevi di Massimo Giacon e Danilo Maramotti e una serie di illustrazioni e ritratti ad opera di Milo Manara, Andrea Serio, Francesco Ripoli, Leila Mazzocchi e Alice Iuri. La cura dei testi di tutta la mostra sarà affidata alla penna della stessa Elettra Stamboulis.

A compendio del progetto espositivo non mancherà una rassegna di appuntamenti settimanali - ogni giovedì pomeriggio a Palazzo Merulana - con una selezione degli autori in mostra, che incontreranno il pubblico in presenza.

I graphic novel che ispirano la mostra

Pasolini di Davide Toffolo (Rizzoli Lizard, 2015)  riscopre la forza e la dolcezza di un uomo e di un poeta senza tempo. Un colloquio immaginario tra due artisti che parte da un assunto fantastico: Pasolini è vivo e ha delle cose da dire. Molte. Essenziali. Ma è davvero lui? O un fantasma, un attore, un mitomane? Quel che è certo è che la sua conversazione con lo stesso Toffolo vibra di quel senso, di quell’acutezza che ne hanno reso immortale lo spirito. Il fumettista veneto cerca Pasolini tra le pagine dei suoi libri, nei ritagli di stampa, nelle interviste e ne cattura l’essenza: la rabbia, la solitudine, la feroce irriducibilità del poeta riaffiorano in queste pagine, in quest’intenso ritratto della grazia pasoliniana a opera di uno degli autori più poliedrici del panorama del Fumetto italiano. Oltre alle tavole tratte dal libro, Toffolo esporrà anche diversi disegni originali realizzati “live” durante i concerti della celebre rock band di cui è frontman e voce - i Tre Allegri Ragazzi Morti - e una storia breve pubblicata a marzo 2022 sul n. 3 del mensile Linus diretto da Igort, interamente dedicato a Pasolini.

In Pasolini 1964 di Giuseppe Palumbo, il poeta interroga invece il suo tempo in un corpo a corpo con se stesso: «Cos'è la Verità? Cos'è la Cultura? Chi è l'altro? Come trasformare la propria vita? E se la sua crisi fosse anche la nostra crisi?». Pasolini 1964 è un saggio grafico tra fumetto, fotografia e collage che ricostruisce il pensiero del Pasolini regista, scrittore e poeta, allo snodo cruciale del 1964, anno in cui dirige Il Vangelo Secondo Matteo e scrive Profezia, rendendolo contemporaneo al nostro tempo, più vivo che mai.

Diario segreto di Pasolini (Becco Giallo, 2015), di Elettra Stamboulis ai testi e Gianluca Costantini ai disegni, è un segreto nel senso di mistico, è un falso e autentico insieme: immaginato lavorando sulle lettere private, le interviste, i film e gli scritti dell'autore, è una registrazione sentimentale di Pier Paolo Pasolini prima di diventare Pasolini, cioè l’intellettuale più discusso del Novecento italiano. Pasolini è stato bambino e ha vissuto intensamente la sua giovinezza. E, quando è diventato l'intellettuale più scomodo d’Italia, ha saputo custodire una profonda attenzione pedagogica: gli occhi del Maestro, capace di mantenere uno sguardo bambino, sono la voce narrante di questo libro. Dall'atto del suo concepimento fino alla morte del fratello partigiano, la voce generosa di Pasolini ci offre un nuovo romanzo di formazione: cosa significa crescere, perdersi, interrogarsi sulle proprie origini, sul desiderio e sulla paura, in una geografia di sequenze che - parlando di lui - interroga ciascuno di noi. “La cosa più importante che Pasolini avrebbe potuto dare ai suoi contemporanei sarebbe stata il suo diario”, scrissero dopo la sua morte. Giocando su questa ipotesi fantastica, la Stamboulis e Costantini scrivono un’autobiografia immaginaria, ma al contempo basata su tutti i dati di realtà disponibili.

Oltre trent'anni dopo il suo omicidio, con Il Delitto Pasolini (Becco Giallo, 2011) Gianluca Maconi ricostruisce le ultime ore di vita del poeta, la sua aggressione, le prime indagini che mettono in evidenza da subito le contraddizioni del racconto di Pino Pelosi, considerato dalla giustizia italiana l'unico assassino di Pasolini. Ne esce un ritratto umano e vivido del grande intellettuale, uno squarcio sui suoi pensieri più intimi, la consapevolezza della sua scomodità e, forse, della sua tragica fine: “Pensieri e sentimenti, emozioni e tensioni sono misteriosamente trasmigrati, al di là della notizia e della tragica cronaca, guidando mano e parole dell’autore 

di questa storia disegnata”, scrive Furio Colombo nella prefazione del libro.


Palazzo Merulana, Fondazione Elena e Claudio Cerasi e CoopCulture

dal 26 agosto al 2 ottobre 2022

CUORE COSCIENTE

Pier Paolo Pasolini raccontato nel Fumetto

In mostra più di 80 opere di prestigiose firme del  fumetto italiano, 

tratte da 4 fondamentali graphic novel

prodotta da ARF! Festival in collaborazione con CoopCulture

con il sostegno di Regione Lazio, Progetto ABC, ATCL, La Città Incantata

Palazzo Merulana

Via Merulana 121, Roma

Modalità di visita della mostra

Dal mercoledì alla domenica

dalle ore 12 alle ore 20 (ultimo ingresso alle ore 19)

Intero € 10,00 Ridotto € 8,00 (Giovani under 26, adulti over 65, insegnanti in attività, possessori di Cartax2, possessori Lazio Youth Card) Gratuito (bambini under 7, un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore, possessori Pass Palazzo Merulana e Pass Palazzo Merulana Young, membri ICOM, guide turistiche con patentino, possessori Freedom Card)

Prenotazioni ONLINE oppure presso la biglietteria di Via Merulana 121 nei giorni e negli orari di apertura.

bianco.png