Lunedì, 20 Gennaio 2020 10:39

Al Teatro Comunale di Vicenza. In scena la commedia “Le Regole per Vivere” di Sam Holcroft

Scritto da

Anche la stagione prosa al Ridotto al Teatro Comunale di Vicenza riprende in gennaio sotto il segno della comicità intelligente: il secondo appuntamento, in programma martedì 21 gennaio alle 20.45, sarà infatti con la divertente commedia “Le Regole per Vivere” di Sam Holcroft, regia di Antonio Zavatteri, una coproduzione Gli Ipocriti Melina Balsamo e Teatro Stabile di Verona, in collaborazione con il Teatro Ambra Jovinelli.

 

E proprio a Roma, lo spettacolo ha debuttato nel maggio scorso, proponendo per la prima volta sui palcoscenici italiani dopo il grande successo di “Le prénom” (passato nella scorsa stagione anche al Comunale di Vicenza), una delle commedie più divertenti andate in scena a Londra negli ultimi anni. Gli interpreti sono Lisa Galantini, Alberto Giusta, Davide Lorino, Orietta Notari, Roberto Serpi, Mariella Speranza e Caterina Tieghi; le scene sono firmate da Luigi Ferrigno, i costumi da Alessandro Lai, le luci sono di Michele Vittoriano, i video di Lorenzo Letizia.
Prima dello spettacolo - martedì 21 gennaio alle 20.00 - come di consueto si terrà nel Foyer del Ridotto l’Incontro a teatro condotto da Antonino Varvarà regista e operatore teatrale, che introdurrà il pubblico ai temi “psicologici” dello spettacolo e all’ironia british che lo pervade.

Nella trama della pièce, tutto parte da una riflessione di tipo psicoanalitico: “cosa succederebbe se i principi della teoria cognitivo-comportamentale fossero applicati ad un pranzo di Natale di una famiglia-tipo?” Questi principi altro non sono che le regole per vivere, quelle regole che noi tutti utilizziamo, in maniera inconsapevole per sopravvivere in determinate circostanze.

“Le Regole per Vivere” mette in scena infatti un pranzo di Natale - circostanza normalissima - di una famiglia particolarmente logorata: genitori anziani con manie e di abitudini ripetitive fino all’ossessione, figli non più giovanissimi, pieni di rancore nei confronti di questi genitori, intrappolati a loro volta in relazioni di coppia complicate e frustrati da vite professionali che non hanno avuto il fulgore previsto in gioventù. Tutti i personaggi sono fortemente caratterizzati da modalità di comportamento che fanno di loro delle ‘maschere’ profondamente umane e in cui è molto facile riconoscersi. L’autrice/scienziata Sam Holcroft riesce a costruire un’impressionante e originale macchina teatrale, mettendo gli spettatori in una condizione di gioco attivo, comunicando con scritte e cartelli - una sorta di didascalie in scena, la vera novità dello spettacolo - determinate caratteristiche dei personaggi, anticipando e svelando le loro intenzioni.
La regia di Antonio Zavatteri è molto attenta ai rapporti tra i personaggi, che si esacerbano in un crescendo di situazioni estreme e paradossali, che si svolgono tutte in un tipico living inglese perfettamente ricostruito nelle scene; la comicità dello spettacolo nasce esclusivamente dalle situazioni paradossali. Bravissimi in questo gioco sottilissimo, i sette protagonisti in scena, ognuno nella sua caratterizzazione, in grado di assicurare un ritmo sostenuto alla commedia in cui si ride, davvero tanto.
La domanda iniziale che dà vita al gioco teatrale, diventa così una sorta di dissezione dei comportamenti e delle relazioni umane, riuscendo a creare un’architettura comica di incredibile efficacia: lo spettacolo è divertentissimo e dal ritmo incalzante, ironico in modo intelligente, con toni tipici dello humour anglosassone.

“Le Regole per Vivere” è stato prodotto dal National Theatre di Londra ed è andato in scena per la prima volta il 13 marzo 2015. Sam Holcroft, l’autrice del testo originale tradotto in italiano da Fausto Paravidino, è attualmente una writer-in residence del Royal National Theater.

Per lo spettacolo in scena al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza Vicenza i biglietti sono esauriti da tempo, disponibili solo in caso di rinuncia dei possessori.

Anche i biglietti per la stagione di prosa al Ridotto del TCVI – esauriti per lo spettacolo del 21 gennaio - sono in vendita alla biglietteria del Teatro Comunale, in Viale Mazzini (tel. 0444.324442 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, online sul sito del teatro tcvi.it, agli sportelli di Intesa Sanpaolo ex Banca Popolare di Vicenza; si possono acquistare anche tramite la App TCVI e in biglietteria del teatro un’ora prima degli spettacoli. I prezzi sono: 24 euro il biglietto intero, 19 euro il ridotto over 65 e under 30.

Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza

Viale Mazzini, 39

36100 Vicenza (Italia)
(39) 0444 327393
www.tcvi.it

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Le donne e il tempo

Si apre il sipario del tempo

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]