Venerdì, 26 Novembre 2021 22:12

Cinema. “Nowhere Special”: un film d’autore sul legame padre-figlio. Consigliato

Scritto da

John (James Norton), è un trentaquattrenne che fa il lavavetri a Belfast. Abbandonato anni prima dalla moglie insieme al figlio Michael, un bambino di circa quattro anni, tira avanti a fatica aiutato dai vicini.

Ma soprattutto John sa di avere un male incurabile, che gli ha lasciato poco tempo da vivere. Così, trascorre i mesi che gli restano alla ricerca di una famiglia nuova per suo figlio: qualcuno che possa prendersi cura di lui con la speranza che abbia un futuro migliore di quello che lui e sua moglie avrebbero potuto dargli …

Alla sua terza regia Uberto Pasolini si conferma autore di alto livello : colpito da questa storia realmente accaduta, ha saputo tradurla in immagini toccanti, prive di affettazione emotiva Dice il regista: <<Ho voluto girare questo film non appena ho letto del caso di un padre single che aveva passato gli ultimi mesi della sua vita alla ricerca di una nuova famiglia per suo figlio. Sebbene la situazione in cui si trovano i personaggi principali sia molto drammatica, la decisione è stata quella di avvicinarsi alla storia in un modo molto sottile, discreto, il più lontano possibile dal melodramma e dal sentimentalismo>>

Pasolini è capace di descrivere il quotidiano di un’esistenza anonima sul filo del dramma, con l’essenzialità del grande narratore. Michael e suo padre – per inciso i due attori sono bravissimi - si fanno seguire con interesse e commozione; la sceneggiatura, mai retorica, ha la profondità delle questioni eterne appena accennate. Ancora Uberto Pasolini: << La principale sfida è stata quella di lavorare con un bambino molto piccolo e di creare una relazione padre-figlio credibile e onesta. A soli quattro anni il piccolo Daniel Lamont è un attore naturale, straordinariamente consapevole e sensibile, e ha avuto la fortuna di lavorare al fianco di un attore di grande talento e generosità come James Norton>>.

Come nel bellissimo “Still life” premiato a Venezia quale miglior film nel concorso Orizzonti, il tema della morte è affrontato con naturalezza, malinconia e sobrietà. Tale pacatezza pervade poeticamente tutto il film e riesce a essere più incisiva di tanto cinema “ duro”.  Si pone come segno distintivo di un autore che ha al suo attivo pochi titoli ma di ottimo livello. Uberto Pasolini è stato anche produttore del pluripremiato“Full Monty – Squattrinati organizzati” e regista di “Machan – La vera storia di una falsa squadra” che nel 2008, a Venezia alle giornate degli Autori, si aggiudicò il Premio Label Europa Cinema.

Nowhere Special” . Un film di Uberto Pasolini con James Norton, Daniel Lamont, Eileen O'Higgins, Valerie O'Connor, Stella McCusker. Genere Drammatico. Durata 96 minuti. Produzione Gran Bretagna 2020. Uscita nelle sale: mercoledì 8 dicembre 2021 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

bianco.png