Venerdì, 13 Gennaio 2012 17:49

‘La gabbianella e il gatto’ di Sepúlveda al Teatro Vascello - Video

Scritto da

ROMA – Dal 14 al 19 febbraio la compagnia del Teatro Vascello La Fabbrica dell’attore mette in scena la favola di  Luis Sepúlveda ‘La gabbianella e il gatto’. Tradotta e adattata in modo molto originale da Manuela Kustermann la fiaba del rapporto tra Fifì, la gabbianella e il ‘padre adottivo’, il gatto Zorba, riprende vita anche grazie alla brillante regia di Maurizio Lombardi e alla sua troupe capaci di coinvolgere non solo i bambini ma anche gli adulti in un divertimento teatrale dove il lavoro sul corpo dell’attore è il vero protagonista.


La trama: Kengah, una gabbiana avvelenata da una macchia di petrolio, riesce ad affidare in punto di morte il proprio uovo al gatto Zorba, strappandogli tre promesse: quella di non mangiare l’uovo, di averne cura finché non si schiuderà e di insegnare a volare al nascituro. Alla nascita alla gabbianella verrà posto il nome di Fortunata (Fifì) dalla comunità dei gatti. A Zorba il difficile  compito di allevare questa strana ‘figlia’.
La piccola gabbianella comincia a crescere al fianco degli amici felini, si trova a dovere fronteggiare un pericolo ancora più inaspettato: i ratti che aspettano l'occasione propizia per uscire dalle fogne, prendere il potere e proclamare l’avvento del Grande Topo. Un giorno viene Fifì rapita dai topi che se la vogliono mangiare, ma per fortuna i suoi amici gatti la salvano dimostrando a Fifì di essere molto coraggiosi, e di volerle tanto bene.
Il tempo passa, la Gabbianella ormai è diventata grande, e Zorba e tutti i gatti decidono che è giunto il momento di insegnarle a volare. Dopo tanti esercizi, tanti tentativi, andati a vuoto per la naturale non conoscenza da parte dei gatti delle tecniche di volo, Zorba chiede aiuto a Bubulina e alla sua padroncina Nina, che la portano in cima al campanile di San Michele, dove Fifì si potrà lanciare e, finalmente, volare. Arrivati in cima, Nina e Zorba aiutano la Gabbianella a superare ogni paura. Fifì si butta in picchiata rischiando di schiantarsi al suolo, ma ecco che finalmente apre le ali e riesce a levarsi in volo.
La compagnia La Fabbrica dell’attore è riuscita ad adattare magistralmente questa favola divertendosi ad introdurre speciali effetti scenografici per rendere ancor più suggestiva ed avvincente la storia.  Portateci i vostri bambini e divertitevi con loro.

Guarda il Video Promo

Scheda:
LA GABBIANELLA E IL GATTO liberamente tratto dall’omonima  fiaba di  Luis Sepúlveda
Traduzione, adattamento Manuela Kustermann
Regia: Maurizio Lombardi
Con: Isabella Carle, Bonci Valentina, Celli Marco, Dania Camilla, Ferrari Marco, Menon Elisa, Russo Valerio, Scannavino Pierfrancesco, Maya Giovanna Vassallo
Costumi: Clelia Catalano
Musiche e suoni di scena: Claudio Corona
Disegno luci: Valerio Geroldi
Scenografie animate AQUA MICANS GROUP

In scena 14 al 19 febbraio
orari: vascello dei piccoli:  sabato h.17 – domenica h.15,30, matinée ore 10.30
La matinée scolastica è giovedì 26 gennaio ore 10.30 e mercoledì 1 febbraio ore 10.30

Prezzi: Teatro Ragazzi - Il Vascello dei Piccoli: Intero € 10,00 - ridotto € 8,00 per bambini e over 65  

Prenotazioni: per telefono o mail
Teatro Vascello 06 5881021 – 06 5898031 – fax 06 5816623
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]