Bruna Alasia

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Il corto iraniano THE OTHER di Ako Zandkarimie e Saman Hosseinpour è il vincitore dell’undicesima edizione.

#IOSONOQUI è la nuova commedia di Eric Lartigau, famoso per il film campione d’incassi La famiglia Bélier. #IOSONOQUI ha per protagonista Stéphane, un uomo di mezza età, chef di successo che, anche se annoiato e desideroso di emozioni, conduce una vita serena nei Paesi Baschi, circondato dall’affetto dei figli e dal supporto della sua ex-moglie, dalla quale è separato ma ha buoni rapporti.

VENEZIA - Il Ca’ Foscari Short Film Festival ha inaugurato la sua undicesima edizione con un programma speciale che tratta della delicata condizione delle donne nel cinema in Afghanistan.

ROMA - E’ stata presentata all'Auditorium da Antonio Monda, direttore artistico della festa di Roma, e Laura Delli Colli, presidente della Fondazione Cinema per Roma, la sedicesima edizione della rassegna di cinema della capitale.

I giornalisti Jean-Pierre Pustienne, a lungo caporedattore della rivista Bateaux, e Laura Damiola anch’essa impegnata nel giornalismo dei grandi eventi velici, hanno scritto un libro di grande attualità, in un momento in cui il tema dell’ambiente è d’importanza primaria: “Une course pour la planète.

ROMA – Il fotografo d’arte Sergio Visciano, classe1969, è nato a Verona. Geologo, sin dagli studi universitari ha partecipato a importanti scavi archeologici nel territorio di Padova.

La singolare situazione raccontata dalla pluripremiata regista Kaouther Ben Hania nel film “L’uomo che vendette la sua pelle”, per quanto incredibile sembri è liberamente ispirata a un fatto realmente accaduto: nel 2006 lo svizzero Tim Steiner, allora quarantenne, si fece fare sulla schiena da Wim Delvoye, artista belga famoso per il suo stile non convenzionale e provocatorio, un grande tatuaggio.

ROMA - “Sono sotto choc/è giunto fino a Patmos sentore/di ciò che annusano i cappellani/i morti erano tutti dai cinquanta ai settanta/ la mia età fra pochi anni …” : è l’incipit della poesia di Pierpaolo Pasolini, che il poeta scrisse a Patmos, un’isoletta dell’Egeo, dove si trovava nei giorni della strage di Piazza Fontana, il 12 dicembre 1969.

“Drive my car” racconta di Kafuku (Hidetoshi Nishijima) , attore e regista teatrale, sposato con una donna molto bella e creativa che lo tradisce.

ROMA – Un uomo si sveglia su un lettino in confusione e non ricorda più chi sia, poco a poco, con l’aiuto di personaggi che di volta in volta entrano in scena, scoprirà di essere  Ettore, uno psichiatra.

bianco.png