Venerdì, 11 Novembre 2016 21:05

Terremoto nelle Marche: Poggio Paradiso. Versi e versanti dei Monti Sibillini

Scritto da

Maria Fontana Cito, poetessa marchigiana nata a Camerino ed ex bibliotecaria della locale Università degli Studi  


ROMA - In questo triste momento, l’autrice, che si trova nel Lazio, ci parla con le lacrime agli occhi della sua città Camerino nobile, bella e tranquilla e della sua antica università, che dal 1336 ha istruito ed istruisce migliaia di studenti. Vedere ora, per la seconda volta dopo il 1997, piangere pietredagli antichi muri le fa veramente male, come   le fa male vedere i ragazzi, compresi i suoi figli, con il viso tra le mani piangere sul loro incerto e lontano futuro.

Improvvisamente, come un fiore tra le macerie, sbuca prepotente il suo libroPoggio Paradiso. Versi e versanti dei Monti Sibillini . La poetessa, abbozzando un sorriso ci racconta del periodo della sua vita passato sui Monti Sibillini, dove le escursioni su quelle montagne rotonde e su quegli altipiani fioriti, l'hanno ispirata facendole scrivere poesie d'amore, di evanescente erotismo e di sentimento della natura, che portano tutte come titolo i nomi di quei luoghi..

Scosse

Si accende il pensiero

di scosse venute

dalle furie impetuose

di mostri*

abitanti  in abissi

di terra infuocata,

che piombano addosso

facendo della vita

un ammasso

di polvere e pietre.

Si accende il pensiero

su file di gente

sperduta e isolata

con i visi raccolti

in palmo di mano

e sguardi profondi

di disperazione.

La belva ora tace.

Ha sbranato le prede,

sonnecchia,

ma può  ritornare

soffiare….

e colpire di nuovo.

E’ rimasta una torre,

sono rimaste una chiesa

una casa sperduta

un palazzo crinato.

Continua la furia.

La città ora giace.

Sulle pietre c'è il sole

e di notte la luna.

Si continua a sperare

nella nuova avventura

di una vita di sogno

e non di dolore.

Maria Fontana Cito, 30 ottobre 2016 ore 7,40

*Ovviamente “mostri” è solo una metafora poetica; l’autrice è pienamente consapevole del fatto che l’instabilità della natura è aggravata dall’incuria dell’uomo.

 Desktop2.jpg

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

La marea e l'amore

Il mio amore è come il mare immenso… 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

ban.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

David di Donatello. Emozionata Sofia

David di Donatello. Emozionata Sofia

Quella di Sofia Loren alla serata dei David di Donatello è stata un’apparizione di pochi minuti ma di grande effetto.

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intervista alla curatrice Daniela Cotimbo. Dal 5 al 30 maggio 2021, una rassegna collettiva che offre una nuova prospettiva di indagine sulle potenzialità espressive delle tecnologie, evidenziando anche un differente...

Rita Salvadei - avatar Rita Salvadei

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]