Domenica, 26 Febbraio 2012 16:40

Lavoro. Stipendi italiani, i più bassi d'Europa. Altro che crescita

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

ROMA - Qualcuno  dovrebbe spiegare bene agli italiani come sarà possibile risollevare un paese e rimettere in moto l'economia dei consumi se gli stipendi sono i più bassi d'Europa.

E' questo, infatti, quanto rilevato e diffuso oggi da Eurostat, ovvero l''Ufficio Statistico dell'Unione Europea. I dati si riferiscono al 2009 e quindi è presumibile che siano addirittura più rosei di quelli attuali. L'Italia si attesta così alla dodicesima posizione nell'area euro per avere le retribuzioni lorde annue più basse. Incredibile a dirsi ma va meglio addirittura la Grecia, l'Irlanda, la Spagna e Cipro. Lo stipendio medio annuo di un lavoratore italiano di un'azienda nel settore industriale si attesta sui 23.406 euro,  addirittura la metà di di quello in Lussemburgo (48.914), Olanda (44.412) o Germania (41.100). Solo il Portogallo sembra essere peggio di noi con uno stipendio pari a 17.129 euro. Insomma i dati parlano da soli. Siamo ancora una volta il fanalino di coda dell'Europa. Altro che equità.

Ecco la tabella (fonte Eurostat)

  • LUSSEMBURGO                   48.914
  • PAESI BASSI                       44.412
  • GERMANIA                          41.100
  • BELGIO                               40.698
  • IRLANDA                             39.858
  • FINLANDIA                         39.197
  • FRANCIA                            33.574
  • AUSTRIA                            33.384
  • GRECIA                              29.160
  • SPAGNA                             26.316
  • CIPRO                                24.775
  • ITALIA                               23.406
  • PORTOGALLO                    17.129
  • SLOVENIA                         16.282
  • MALTA                               16.158
  • SLOVACCHIA                    10.387

 

Letto 6524 volte

bianco.png