“Madre Terra”: La Video-Poesia delle Donne per la Pace in Ucraina

Sono delle giovani ucraine quelle attrici che prestano volti e voci alla poesia di Elena Rossi.

Raccontano in un video il dramma della guerra che hanno vissuto, si uniscono all’appello di speranza che rivolgono a “Madre Umanità”.

Madre Terra” – in ucraino “Mатінказемля – Matinka zemlya” – è un progetto audiovisivo con laregia di Vittorio Pavoncello lanciato dall’Associazione “Donne for Peace”, fortemente voluto dalla Presidente Volha Marozava e realizzatoin collaborazione con Anas Lazio, Regione Lazio, Stati Generali della Memoria ed ECAD.

Elena Rossi

In concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna, il video sarà presentato in anteprima Martedì 7 Marzo 2023 alle ore 17.00, nel corso della Conferenza “Dalle Donne Verrà la Salvezza”che si svolgerà a Roma presso la Fondazione Matteotti. Un evento organizzato dalla Fondazione Giuseppe Emanuele e Vera Modigliani con la Fondazione Giacomo Matteotti in collaborazione con la Fondazione Lelio e Lisli Basso_ Onlus. 

Madre Terra, inoltre, sarà visibile sul canale Youtube Upe4Inclusion di Donne for Peace.

«Dall’istinto animale a cui t’affidi mentre fuggi dal fragore rosso che trucida l’alba del giorno, tu, nulla nel nulla, tra serpi di fumo e ceneri di ricordi. Al sogno d’amore e di pace che mai si frantuma anche quando le case si sgretolano e si fan polvere…». 

Il brano poetico, già vincitore del “Premio Capitolino d’Oro” 2023, è una sequenza di parole in prosa dense di simbolismo che sposta queste ragazze dalle strutture dove sono accolte in Italia davanti alla telecamera, svelando paura ed emozioni e il coraggio che ogni giorno le fa andare avanti per ricominciare. Oltre il dolore. Come sottolinea anche Volha Marozava, presidente di “Donne for Peace”: «Unione delle donne, accettazione, empatia e congruenza danno vita a un linguaggio universale che promuove arte, pace e amore».

«La poesia è un genere letterario molto alto – commenta la portavoce di Anas Lazio Lisa Di Giovanni – ed è il componimento che nasce in modo soggettivo, che quando arriva ai lettori si trasforma in sentimento, e i versi o la prosa sono in grado di rappresentare epoche e attraversare il tempo. I versi di Elena Rossi sono il manifesto del dramma di un popolo martoriato dalla guerra, che attraverso la sapiente regia di Vittorio Pavoncello e delle donne ucraine raccontano la speranza mediante la video-poesia rivolta al mondo intero. ANAS Lazio ha incontrato e sposato la causa Ucraina fin dai primi giorni, dopo lo scoppio della guerra, e il progetto “Upe4Inclusion”, natocon l’intento di promuovere un processo di inclusione della popolazione ucraina nel contesto italiano, ne è la prova tangibile».

La poesia anticipa la pubblicazione del libro “Lucciole d’Inverno. Ordinarie & Straordinarie Storie di Generosità”, ultimo progetto editoriale di Elena Rossi (Armando Curcio Editore_ 2023). Halyna Khrystiushina, giovane imprenditrice ucraina che lotta per risollevare la sua azienda tessile andata distrutta e Yuliya Hramyka, pittrice bielorussa che dedica una tela variopinta a un sogno di pace, solo due delle toccanti testimonianze che animano questi racconti-interviste.

Vittorio Pavoncello prosegue nel suo impegno con  le neo attrici protagoniste del video nel laboratorio teatrale da lui diretto e costituito insieme a Donne for Peace: uno spazio in cui si studiano le tecniche della recitazione come strumento di espressione e inclusione.

Un cantiere aperto di creatività che lascia ampio margine all’improvvisazione, dove si preparano performance e spettacoli superando con impegno le difficoltà quotidiane con cui queste giovani si trovano a fare i conti, come lo scoglio della lingua italiana. E approderà a Roma in maggio con lo spettacolo “Women in selfie”.

Video poesia: CLICCA QUI

Sito Upe4inclusion:

Condividi sui social

Articoli correlati