Giovedì, 28 Aprile 2016 11:20

Siria. Colpito l'ospedale MSF di Aleppo, almeno 20 morti

Scritto da

DAMASCO - Sarebbero almeno 20 i morti di un bombardamento aereo su un ospedale di Aleppo: lo riferisce Medici Senza Frontiere, che gestisce la struttura. Tra le vittime tre medici, tra i quali uno dei pochi pediatri rimasti nella città.

L'Ong afferma che l'edificio è stato distrutto. Gli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani aggiungono che tra le vittime si contano almeno due bambini.

Nel frattempo la Russia denuncia che la tregua in Siria e' stata violata sei volte nelle ultime 24 ore. Il ministero della Difesa russo puntualizza che tre violazioni sono avvenute nella provincia di Latakia, due in quella di Damasco e una in quella di Aleppo. Secondo Mosca, "i combattenti del gruppo d'opposizione Ahrar al-Sham" e quelli del "gruppo d'opposizione Jaish al-Islam" hanno aperto il fuoco con i mortai su alcuni centri abitati. Mosca ha chiesto al Consiglio di sicurezza dell'Onu di inserire le due formazioni nella blacklist delle organizzazioni terroristiche.  

Correlati

Cerca nel sito

ban.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intervista alla curatrice Daniela Cotimbo. Dal 5 al 30 maggio 2021, una rassegna collettiva che offre una nuova prospettiva di indagine sulle potenzialità espressive delle tecnologie, evidenziando anche un differente...

Rita Salvadei - avatar Rita Salvadei

Twitter mania. Arte, poesia, storia, giornalismo, politica e altre amenità nei…

Twitter mania. Arte, poesia, storia, giornalismo, politica e altre amenità  nei caratteri simbolo della nostra epoca

I geroglifici degli antichi Egizi, i bassorilievi sulle colonne romane, gli epigrammi di Marziale, le commedie in un atto di Achille Campanile, gli aforismi di Leo Longanesi.

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]