Venerdì, 22 Luglio 2016 11:07

Rio. Arrestati terroristi che preparavano attentato alle Olimpiadi

Scritto da

RIO DE JANEIRO - Il giudice federale brasiliano Marcos Josegrei da Silva, che ha emesso gli ordini di cattura nei confronti dei dieci sospettati di organizzare atti di terrorismo durante le Olimpiadi di Rio, neganto tuttavia che si possa parlare di ''un capo'' tra gli arrestati, come aveva invece fatto il ministro della Giustizia, Alexandre de Moraes, riferendosi alla persona arrestata a Curitiba. 

''Difficile parlare di leader perche' non esiste una struttura verticistica. Ma vi sono alcuni elementi piu' attivi di altri, che hanno una dimestichezza maggiore con questo tipo di azioni'', ha detto il giudice in una conferenza stampa. Josegrei da Silva ha aggiunto che la polizia federale ha trovato elementi che giustificano l'arresto preventivo ma ha precisato che i dieci arrestati non possono essere definiti terroristi. ''Non li definirei terroristi perche' non possiamo dire che avrebbero commesso atti di terrorismo. Ma sono certamente persone che esaltavano questi atti che suscitano indignazione in tutto il mondo civilizzato'', ha detto. 

Nel frattempo si è escoperto che uno dei 10 arrestati  si e' convertito all'islam nel 2010 e, due anni dopo, ha trascorso sei mesi in Egitto, dove si e' fatto fotografare con una bandiera dell'Isis. Vitor Barbosa Magalhaes, 23 anni, ha frequentato un corso di arabo al Cairo, secondo quanto ha rivelato la moglie. La coppia vive nei pressi dell'aeroporto internazionale di San Paolo, a Guarulhos, con i due figli. ''L'unico gruppo che mio marito usa su Telegram e' quello del corso di arabo della mosch  ea'', ha detto Larissa Rodriguez, 24 anni. ''La foto con la bandiera nera e' stata scattata in Egitto ma mio marito le aveva cancellate tutte dal computer, deve essere rimasta sulla pagina Facebook di qualche suo amico'', lo ha difeso la moglie.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]