Martedì, 09 Luglio 2013 17:41

Mediaset, l'udienza il 30 luglio. Legali e Pdl su tutte le furie

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

MILANO - E' stata fissata il prossimo 30 luglio davanti alla sezione della Suprema Corte l'udienza del ricorso in Cassazione richiesta dalla difesa di Silvio Berlusconi contro la condanna a quattro anni di reclusione per frode fiscale e a cinque di interdizione dai pubblici uffici nell'ambito del processo Mediaset.


Subito è arrivata la replica dell'avvocato Niccolò Ghedini  che ha parlato di "tempi della Cassazione senza precedenti".
"La fissazione dell'udienza nel processo Diritti avanti la sezione feriale della Corte di Cassazione dopo un tempo eccezionalmente breve dalla conclusione del processo d'appello non ha precedenti, se non in casi rarissimi con imputati detenuti", ha detto l'avvocato dell'ex premier Silvio Berlusconi. "Fra l'altro l'indicazione che la prescrizione maturerebbe al primo agosto 2013 è del tutto non corrispondente agli atti", ha proseguito. "In realtà il primo dei due reati si prescriverebbe, valutate le sospensioni, parecchi giorni dopo la fine dei termini feriali del 15 settembre 2013, mentre l'ultima contestazione si prescriverebbe addirittura a fine settembre 2014", ha assicurato. "Il significato di tale decisione è comunque fin troppo evidente", ha concluso l'avvocato.

Anche il partito sembra precipitato nel caos dopo la notizia.  Il capogruppo Pdl alla Camera, Renato Brunetta ha affermato: "Spero che sia  evidente a tutti l'estrema delicatezza del momento che stiamo
vivendo e i pericoli che porta con sè. Sbaglia chi crede che  sia il problema di una sola parte politica, o di una sola  persona. La giustizia nel nostro Paese sta diventando un  mostro incontrollabile che non può essere celato dietro a  giustificazioni o spiegazioni d'ordinanza". Critiche aspre anche dal presidente dei senatori del Pdl Renato Schifani: "Mentre i tribunali chiudono per ferie, mentre i processi civili si celebrano con estenuante lentezza, mentre milioni di italiani aspettano giustizia, la Cassazione brucia i tempi e con una velocità da guinness dei primati fissa l'udienza sul processo  Mediaset per il 30 luglio, pochi giorni dopo il deposito del ricorso della difesa del presidente Berlusconi. Un fatto senza precedenti e che si commenta da sè".

bianco.png