Lunedì, 15 Agosto 2016 19:44

Terrorismo: Alfano, Italia Paese sicuro, ma nessuna certezza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

ROMA - Il Paese e' sicuro ma il rischio zero, la certezza cioe' che non verra' colpito dal terrorismo, non esiste. Angelino Alfano ribadisce quanto affermato piu' volte.

Gli sforzi messi in campo, dice durante la consueta conferenza stampa di Ferragosto al Viminale, "sono inumani. Abbiamo un sistema di prevenzione che ha fin qui funzionato". Nei porti e nelle stazioni, spiega, "ci sono piu' persone di quelle che si vedono in divisa. Lo schema al quale qualcuno ambisce e' 60 milioni di cittadini e 60 milioni di agenti, ma le persone di buon senso capiscono che lo sforzo di prevenzione messo in atto non conosce giorno e notte, e' un lavoro davvero straordinario fatto di controlli, perquisizioni, arresti", come testimoniano le "109 espulsi esguite per motivi di sicurezza nazionale" e gli 85 arresti portati a termine. 

Un lavoro che prosegue anche nelle carceri, dove esiste il rischio di radicalizzazione del terrorismo islamico. Si procede, afferma il ministro, "non solo con sanzioni" ma anche "per espiantare il germe" e per "evitare che questo si propaghi nel Paese", una attivita' "che sta dando i suoi frutti". Per Alfano la "sicurezza e' una priorita' nazionale" e per questo, annuncia, chiedera' al premier Renzi "che il disegno di legge sulla sicurezza nelle citta' sia tra i primi da assumere dopo le ferie estive". Durante il comitato per l'ordine e la sicurezza, spiega comunque, "e' emerso uno stato della sicurezza del nostro Paese davvero positivo. Gli investimenti crescono, i reati calano, il sistema di prevenzione sull'anti-terrorismo ha fin qui retto, il contrasto alla criminalita' organizzata ha dato risultati importanti. E' un sistema - assicura - che in questo momento non ha niente da invidiare a nessun altro paese al mondo. Grazie ai vertici delle forze dell'ordine, dell'Esercito e della protezione civile che hanno fatto si' che il nostro paese possa essere considerato sicuro". Un 'grazie' Alfano lo rivolge anche "ai 47mila italiani in divisa in campo oggi, Ferragosto, per garantire la sicurezza del nostro Paese". 

 

bianco.png