Se la Germania smette di crescere

ROMA – La notizia sta gettando nello sconforto le borse europee. In pratica, la produzione tedesca nel secondo trimestre del 2011 è rimasta stabile, segnando un misero +0,1%. Il dato, comunicato ieri dall’ufficio di statistica di Berlino, ha lasciato di stucco gli analisti, che si attendevano, invece, una crescita, magari contenuta.

Lo stop del prodotto interno lordo può essere dovuto a molti fattori, certo, non tutti di origine strutturale. Ma è un fatto che soltanto ad aprile scorso il ministro dell’economia tedesco, Rainer Bruederle, asseriva con una certa convinzione che nell’anno in corso la Germania avrebbe potuto registrare una crescita superiore alle aspettative, pari al 2,3%. E certo il dato del secondo trimestre difficilmente si concilia con il tasso di crescita auspicato dal governo federale. Addirittura, il presidente della “Bundesbank”, Ael Webber, correggeva al rialzo quella indicazione, precisando che il tasso di crescita sarebbe arrivato al 2,5%  nel 2011.

La crescita tedesca, che nel 2010 aveva registrato un rimbalzo pari al 3,6%, era il frutto di un mix fra esportazioni e consumi interni. Le prime erano ripartite dopo la crisi del 2009, soprattutto nei paesi asiatici (Cina, in primo luogo); esse avevano inoltre rafforzato la domanda interna e in particolar modo i consumi dei tedeschi, che avevano consentito un consolidamento della produzione interna. Alcuni settori avevano poi registrato exploit molto forti, come quello delle macchine utensili, il cui volume complessivo è aumentato nel primo trimestre del 2011 del 18% (nel 2010 aveva registrato una performance pari a +36%).

I dati preoccupano non poco. Innanzitutto si teme una caduta o flessione delle esportazioni, dato che la domanda asiatica sembra ristagnare. I dati ci dicono che, mentre nel primo trimestre dell’anno il pil cinese è aumentato del 9,7% nei confronti dell’anno precedente, nel secondo trimestre, secondo le indicazioni dell’istituto di ricerca di Pechino “National Development and Reform Commission”, la crescita sarebbe inferiore al 9%. Ciò potrebbe essere sufficiente a innescare il meccanismo del “demoltiplicatore” e incidere sul tasso di crescita degli investimenti e quindi della domanda di importazioni dall’estero.

In uno scenario del genere, la “locomotiva” tedesca potrebbe subire più di un danno. Minori esportazioni comporterebbero una diminuzione dei consumi interni e un’immediata diminuzione delle importazioni tedesche, che si rifletterebbe sul reddito di Paesi come il nostro. Dato che, a nostra volta, la domanda interna è molto debole – non stimolata affatto dalle politiche economiche del governo – e che le esportazioni sono state comunque il fattore principale della pur scarsa crescita registrata nel 2010 e nel 2011, le conseguenze sulla nostra economia di un ristagno tedesco potrebbero essere devastanti. Con effetti a catena sulla tenuta dei conti pubblici italiani e spagnoli e il rischio di influenze più che negative sulla moneta europea.

Cosimo Pierre

Tutti gli articoli

Condividi sui social

Articoli correlati

Università

  • All Post
  • Art
  • Artist
  • Author Choice
  • Automobile
  • Beauty
  • breaking news
  • Brevissime
  • Business
  • Coaching Cafè
  • Comunicazioni
  • Cultura
  • Dazebao
  • Dazebao le idee
  • Diritti Umani
  • Economia
  • Entertainment
  • Eventi da non perdere
  • Fashion
  • Features
  • Festival di Cannes
  • Focus University
  • Italia
  • L'Harem di Catherine Spaak
  • La satira politica
  • Lavoro
  • Lifestyle
  • Model
  • Mondo
  • Mondo Comics
  • Music
  • Nature
  • Non categorizzato
  • Photography
  • Poesia
  • Politics
  • Primo piano
  • Ramp
  • Scienza & tecnologia
  • Sport
  • Sports
  • Tech
  • Technology
  • Tips & Tricks
  • Travel
  • Trends
  • Videos
  • What's Hot
  • WordPress
    •   Back
    • Politica
    • Società
    • Cronaca
    • Inchiesta
    • Citazioni
    • "Tanto per dire" di Grazia Scuccimarra
    • Cinquanta Giorni da Orsacchiotto
    • Speciale Europride Roma
    • Italia in lingua straniera
    • Dazebao Roma
    • Fatti & Opinioni
    • Il corsivo di Puck
    • Rassegnata Stampa
    • Speciale Referendum
    • Speciale elezioni
    • L'Agenda Marino
    • Roma Capitale
    • Lettere
    • Scuola
    • Diario dalla terra
    • bioSophia
    • Ambiente & Lavoro
    • Speciale 8 marzo
    • Anzi che no
    • Filosofia
    • Psicologia
    • Suicidio Italia
    • Ecologia & Sinistra
    • Copia di Diario dalla terra
    • Generazione Inquieta
    • Filo spinato
    • Passione Animale
    • Web & Social
    • Cani sciolti
    • #FiredWorkers
    • Mater et labora
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal passato
    •   Back
    • Lettere
    • Scuola
    • Diario dalla terra
    • bioSophia
    • Ambiente & Lavoro
    • Speciale 8 marzo
    • Anzi che no
    • Filosofia
    • Psicologia
    • Suicidio Italia
    • Ecologia & Sinistra
    • Copia di Diario dalla terra
    • Generazione Inquieta
    • Filo spinato
    • Passione Animale
    • Web & Social
    • Cani sciolti
    • #FiredWorkers
    • Mater et labora
    •   Back
    • Arti visive
    • Cinema & Teatro
    • Musica
    • Letteratura
    • Il film
    • Il libro
    • Il disco
    • Il racconto fotografico
    • Romanzi & Racconti
    • Life & Style
    • ÉCU - The European Independent Film Festival di Parigi
    • #ManifestAmi
    • I racconti di Versailles
    • L'angolo dei classici
    • Speech Art
    • PassePartout
    • Note fuori dalle righe
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando
    •   Back
    • Basket
    • Calcio
    • Rugby
    • Motori
    • Boxe
    • Sci
    • Tennis
    • Speciale Olimpiadi
    • Vela
    • Atletica leggera
    • European Games Baku 2015
    •   Back
    • Finanza & Mercati
    • Imprese
    • Focus Economia
    • Pensioni
    • Borsa Shop
    •   Back
    • Bucanero, tracce e passaggi dal continente latinoamericano
    • Reportage
    •   Back
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    •   Back
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal passato
    •   Back
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando
    •   Back
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    •   Back
    • Il punto
    •   Back
    • Speciale Referendum
    • Speciale elezioni
    • L'Agenda Marino
    • Roma Capitale
    •   Back
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance

Poesia

  • All Post
  • Poesia
La vera bellezza è un’emozione. Video

Verità e bellezza cerchiamole… Che lo spirito dell’infanzia non si spenga. Quale bellezza? Quale verità? La bellezza che attira è quella che fa evadere dalla realtà…fuggiamo dalla verità dominati dalle…

Note fuori le righe

  • All Post
    •   Back
    • Arti visive
    • Cinema & Teatro
    • Musica
    • Letteratura
    • Il film
    • Il libro
    • Il disco
    • Il racconto fotografico
    • Romanzi & Racconti
    • Life & Style
    • ÉCU - The European Independent Film Festival di Parigi
    • #ManifestAmi
    • I racconti di Versailles
    • L'angolo dei classici
    • Speech Art
    • PassePartout
    • Note fuori dalle righe
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando