Martedì, 20 Luglio 2021 11:22

Ricerca. Scoperto un complesso proteico che favorisce la crescita del cancro

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

La rottura del complesso ostacola la crescita del cancro senza danneggiare le cellule sane 

Una scoperta di un team di ricercatori, guidati da un professore del centro di ricerca americano Geisinger, potrebbe produrre un potenziale nuovo trattamento per il cancro al seno. 

Stando allo studio pubblicato sul prestigioso Cell Reports, il team ha utilizzato piccole molecole note come peptidi per distruggere un complesso di due proteine, RBM39 e MLL1, che si trovano nelle cellule del cancro al seno ma non nelle cellule sane. Il team di ricerca ha scoperto che l'interazione anormale tra RBM39 e MLL1 è necessaria affinché le cellule del cancro al seno si moltiplichino e sopravvivano. Il team ha sviluppato peptidi non tossici che impediscono a queste proteine ​​di interagire con le cellule del cancro al seno, interrompendone la crescita e la sopravvivenza.

"Poiché queste proteine ​​non interagiscono nelle cellule normali, i peptidi che abbiamo sviluppato non sono dannosi per loro", ha affermato Anne M. Moon, professore presso il Dipartimento di genomica molecolare e funzionale di Geisinger e autrice dello studio . "Questa scoperta apre la strada per un futuro trattamento del cancro non tossico".

Tuttavia, saranno necessari ulteriori test di laboratorio prima che il trattamento possa essere sperimentato sugli esseri umani, ha detto Moon. La ricerca sul cancro di Geisinger include anche la MyCode Community Health Initiative, che restituisce risultati clinicamente rilevanti ai partecipanti ad aumentato rischio genetico di cancro, compresi i tumori al seno, alle ovaie e al colon. Il National Cancer Institute ha recentemente assegnato a Geisinger un contratto di 5 anni da 3,6 milioni di dollari per studiare il ruolo della variazione genetica nel cancro attraverso l'iniziativa MyCode.

Geisinger comprende un team di ricerca con più di 50 docenti di ricerca a tempo pieno e oltre 30 scienziati clinici. Le aree di competenza includono la salute di precisione, la genomica, l'informatica, la scienza dei dati, la scienza dell'implementazione, la ricerca sui risultati, la ricerca sui servizi sanitari, la bioetica e le sperimentazioni cliniche.

Il sito di Geisinger