Domenica, 26 Dicembre 2021 17:27

Metaverso e intelligenza artificiale, un cambiamento imminente

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

C’è una frenetica attesa quando si parla di metatarso. Tra un paio di anni potremmo godere di queste nuove tecnologie portatrici di un cambiamento epocale.

Parliamo in fatti di avatar e spazi 3D realistici, interazioni reattive abilitate per edge computing, realtà aumentata, comunicazione di nuova generazione, sensori e attuatori di nuova generazione, intelligenza artificiale e social computing. Un insieme di elementi che, nel loro insieme,  forniranno le prime piattaforme metaverso utilizzabili per le interazioni sociali e aziendali.

D’altra parte, come è già noto, molte aziende stanno investendo ingenti somme e quindi nei prossimi  anni assisteremo alla crescita dell'Intelligenza Artificiale in ogni angolo del mondo tecnologico. 

L’intrattenimento interattivo, anticamera del metaverso

Si parla addirittura di intrattenimento immersivo basato sull'intelligenza artificiale con tanto di cast “artificiale” e interattivo. Questo concetto ha fatto già molta strada, anche se ci vorrà ancora del tempo prima che possa esprimere il suo pieno potenziale. Nel 2018, Black Mirror Bandersnatch è stata la prima offerta interattiva di Netflix, in cui il pubblico poteva fare delle scelte e guidare la direzione della trama.  La possibilità futura è quella di avere un intrattenimento immersivo in cui le persone possono diventare parte della trama, insieme ad altri individui reali e generati dal computer. La trama stessa sarebbe dinamica e si adatterebbe, a seconda dei personaggi del mondo reale che prendono parte e dei ruoli che interpretano. 

Questo sarà solo  l'inizio del metaverse. E non è tutto. Poi c’è una parte che si sta sviluppando ulteriormente e che ha importanti risvolti sanitari. Parliamo dell’intelligenza artificiale integrata alla biomodellazione  per prevedere e prevenire le pandemie. Con i nuovi approcci genetici, esiste infatti la possibilità di rilevare tempestivamente nuovi germi e sviluppare le giuste contromisure. 

Pensiamo solo alla teoria del caos che descrive i sistemi il cui stato si è evoluto nel tempo esibendo dinamiche che sono particolarmente sensibili alle condizioni iniziali e possono manifestare una crescita esponenziale delle perturbazioni iniziali. Il tempo è considerato un sistema caotico. Il calcolo ibrido (utilizzando la potenza di milioni di dispositivi periferici e dei loro dati, insieme alla potenza del cloud) combinato con i progressi nelle tecniche di intelligenza artificiale e nella teoria del caos consentirà di fornire avvisi di catastrofi naturali molto prima del verificarsi.

bianco.png