Mercoledì, 08 Aprile 2015 11:33

Ferrovie. Disagi e ritardi sempre più frequenti Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Ha del paradossale la disavventura che stanno vivendo i passeggeri a bordo dell'Intercity 723 Roma-Palermo, fermo da quasi due ore a Stazione Casilina. 

Erano le 7:26 quando il convoglio parte regolarmente per il lungo tragitto che ha di fronte, solo 2 minuti dopo, però, si blocca causa guasto al locomotore. Il treno è tuttora fermo a Stazione Casilina.Un episodio inaccettabile: che mostra la disattenzione e la noncuranza delle Ferrovie nei confronti dei sempre più rari treni diretti al Sud. Il fatto che il locomotore si sia rotto a distanza di pochi minuti dalla partenza testimonia chiaramente la mancanza e l'inefficienza dei controlli da parte della compagnia, ormai attenta solo a curare i dettagli delle ben più remunerative tratte dell'alta velocità.

Carrozze cinema e poltrone sempre più comode che non hanno nulla a che vedere con gli "innumerevoli comfort" riservati ai passeggeri dell'intercity, a bordo del quale non è possibile acquistare nemmeno una bottiglietta d'acqua. Un servizio indegno di questo nome. Esistono treni di serie A e treni di serie D, non a caso questi ultimi sono spesso quelli diretti al Sud.Forse l'azienda sta mettendo in campo un perverso piano di "selezione naturale", a furia di guasti, ritardi e disservizi i passeggeri si stancheranno di viaggiare verso il Sud. A confermare tale strategia vi è la ricerca dell'O.N.F.- Osservatorio Nazionale Federconsumatori reperibile  a questo link che mostra la le diverse velocità delle tratte italiane. 

Per far comprendere cosa significhi realmente viaggiare a bordo di questi treni della speranza bisognerebbe disporre una severa sanzione: costringere l'Amministratore Delegato a parire, almeno una volta al mese, vesto Palermo, verso Lecce o, peggio che mai, verso Matera. Così forse capirà la necessità di investire su tali tratte, per offrire un servizio dignitoso ai passeggeri e ai tanti turisti che visitano il nostro Paese, nonostante le carenze di Trenitalia.Ricordiamo, in ogni caso a tutti i passeggeri che possono richiedere il rimborso del biglietto: dopo 2 ore di ritardo (già trascorse) hanno diritto al 50% dell'importo.

Rosario Trefiletti

Presidente di Federconsumatori

www.dazebaonews.it

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

C’è sempre un Simenon in libreria

C’è sempre un Simenon in libreria

Vai dal tuo libraio e ti senti chiedere: “Hai visto il nuovo Simenon?”  e ti mette in mano La fattoria del coupe de vague, un Simenon d’annata che Adelphi pubblica...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

L’emergenza Covid ha reso ancor più evidente di quanto non fosse sempre stato l’importanza della ricerca farmaceutica. Novartis, impegnata a scoprire nuovi farmaci è tra le prime aziende al mondo...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]