Sabato, 13 Agosto 2016 11:20

Disagio abitativo. Il 10% della famiglie ha difficoltà a pagare l’affitto, le bollette e il mutuo

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - E' davvero elevato il numero delle famiglie italiane che manifesta sintomi di disagio abitativo, basti pensare che il 10% circa mostra difficoltà nel pagamento di bollette, affitti o rate di mutuo e oltre il 20% vive in abitazioni con strutture  danneggiate o non adeguatamente riscaldate.

A rilevarlo è MonitorImmobiliare.it in un report di Cdp. Stando all'analisi, inoltre, quasi il 60% delle famiglie considera le spese per la casa un carico pesante e l'incidenza sul totale delle famiglie è aumentata di quasi 7 punti percentuali in meno di dieci anni.

In un Paese come il nostro, "tradizionalmente caratterizzato da un'incidenza della proprietà, prossima al 70% e tra le più alte in Europa, e da un mercato degli affitti poco liquido e scarsamente dinamico, il protrarsi della crisi economico-finanziaria e il conseguente impatto sul reddito disponibile delle famiglie hanno determinato un'attenzione crescente in relazione sia al bene casa, sia alla sostenibilità del modello di sviluppo sociale" evidenzia il rapporto.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]