Domenica, 27 Marzo 2011 21:16

Circolo degli Artisti. “The death of Anna Karina”, l’urlo di Munch in musica

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Anna Karina, l’attrice-cantante, volto della nouvelle vague? Oppure Anna Kar- en – ina, l’eroina del romanzo di Tolstoj che finisce suicida? 

La prima cosa che stupisce e intriga è il nome, ci si chiede quale personaggio abbia ispirato “The death of Anna Karina”,   “La morte di Anna Karina”, band  che, dopo 5 anni di silenzio discografico,  dieci di carriera musicale, un ricambio di formazione, ha consegnato alle stampe il 18 marzo 2011  il nuovo album che segna la svolta definitiva verso l’Italiano, ‘Lacrima/Pantera’.
The Death of Anna Karina sono nati nel 2002 durante la sessione di registrazione dell’hardcore band Inedia.  E’ proprio il  titolo dell’album di esordio a dare il nome alla formazione, nello stesso anno e sotto l’egida della Heroine records. Il loro sound, che viene definito “chaos and roll”, si nutre di influenze che spaziano dai Refused agli Orchid, dai JR Ewing agli Swing Kids.
Ora immaginate cinque ragazzi, sudatissimi, brandire gli strumenti musicali sul palco illuminato, percorso da fasci azzurri e rossi,  avvolto in una nuvola di fumo, nella cantina affollatissima e suggestiva del Circolo degli Artisti a Roma, pensate all’urlo di Munch, a un possibile sottofondo di note: avrete idea della suggestione che “The death of Anna Karina”  sanno comunicare.


Perché l’urlo di Munch? Perchè il loro sound è per stomaci forti e menti  salde. Cantano incubi, violenze,  lacrime. Una vita con il coltello tra i denti. Ma arrivano momenti in cui l’urlo non basta:  "Lacrima/Pantera" è uno di questi. La composizione è uno sguardo al campo di battaglia dopo il combattimento,  gravido di dolore, silenzio e cadaveri.,  investito da tsumani di suoni, alti, disperati, come quelli che possono stordirci nella vita reale
I “The death of Anna Karina” sono stati preceduti da una esibizione de “L’altro”,  band al di fuori di regole e schemi. Irrompono musicalmente con pentagrammi che non hanno introduzione, si interrompono, spaziano, proseguono con suoni i cui accordi stridono. L’effetto è un insieme di note che ricordano l’astrattismo di certi pittori: girandole, caos di figure e colori, nonsense e simboli il cui senso sta nello sbatterti in faccia energie vitali.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Notte taciturna

Ricordo quella luna incantata e il dolce languore di una confidenza bisbigliata nel confessionale del cuore.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]