Giovedì, 27 Settembre 2012 18:07

“Step up 4 Revolution 3D”: la protesta hip hop. Recensione. Trailer

Scritto da

ROMA - Quattro coreografi per una sola sceneggiatrice, e per di più esordiente. È sufficiente sottolineare questo rapporto di forze creative per valutare la resa di Step up 4 Revolution 3D, l’ultimo prodotto della serie di hip-hop movie da oltre 500 milioni di dollari di incasso.

Negli oltre 90 minuti di pellicola si alternano arditi e spettacolari numeri di ballo a scene dai dialoghi adolescenziali del tipo “non rinunciare mai ai tuoi sogni”, “non mollare” o “rompi le regole”. In questo capitolo della saga il protagonista danzereccio è il flash mob che sostituisce come innesco narrativo la guerra tra crew dei film precedenti. Ma anche in Step up 4 Revolution 3D non manca l’antagonista. Il cattivo di turno è un avido costruttore che vuole far scomparire un intero quartiere di Miami – quello in cui vivono i ragazzi della banda The mob – per costruirci su un mega centro commerciale. La soluzione è subito pronta: organizzare un gigantesco flash mob di protesta per sabotare l’incontro fra il sindaco e il magnate e boicottare l’inizio dei lavori.


Lo stile di Step up 4 Revolution 3D è una enciclopedia del palinsesto di Mtv, con ammiccamenti a talent show e spettacoli sul ballo e a videoclip musicali. Quasi tutto il cast proviene dalla pubblicità, dalla musica o dai talent, come la protagonista Kathryn McCormick, finalista dello show di Fox So you think you can dance, che vede tra i giudici proprio Adam Shankman. Ed è da lui che bisogna ripartire per accostarsi al fenomeno dei nuovi musical del cinema americano. Oltre alla paternità della saga di Stp Up, Shankman è stato il regista sul grande di due dei più grandi successi di Broadway: Hairspray-Grasso è bello, con John Travolta e Rock of ages, il revival sull’hair rock degli anni ’80 con Tom Cruise. Dai vecchi musical che hanno fatto la storia di Hollywood – da West side story a Grease – sia Step Up che gli altri titoli riprendono gli elementi più classici che nel frattempo sono diventati stereotipi, dal tema romantico dell’incontro fra un ragazzo e una ragazza qualsiasi al lieto, lietissimo fine. Imperdibile per gli amanti del genere.

Step up 4 Revolution 3D
Con Ryan Guzman, Kathryn McCormick, Misha Gabriel, Cleopatra Coleman, Stephen “tWitch” Boss, Tommy Dewey e Peter Gallagher
Regia di Scott Speer
Prodotto da  Adam Shankman e Jennifer Gibgot

Step Up Revolution - trailer

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Le donne e il tempo

Si apre il sipario del tempo

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]