Lunedì, 17 Gennaio 2011 23:46

Golden globe. Vince “The social network”, sulla nascita di facebook

Scritto da

LOS ANGELES - Questa notte si è tenuta ad Hollywood, la premiazione per i Golden Globe 2011. Premi importanti anche perché danno un’indicazione di quello che potrà accadere agli Oscar.


Sul red carpet del Beverly Hilton si sono distinti  Natalie Portman, vistosamente incinta, che ha trionfato come migliore attrice drammatica per Black Swan,  thriller psicologico di Darren Aronofsky;  la coppia Pitt/Jolie, i più fotografati nel corso della passerella. Il vincitore è stato The Social Network, sulla nascita di Facebook, regia di David Fincher, presentato nell'ottobre scorso in Italia al Festival del cinema di Roma. Alla pellicola sono andate quattro statuette: per il miglior film drammatico, miglior regista, miglior sceneggiatore (Aaron Sorkin) e migliore colonna sonora. E' rimasto a bocca asciutta il protagonista Jesse Eisenberg, che interpreta l'inventore di Facebook Mark Zuckerberg. Il premio come migliore attore drammatico, infatti, è andato a Colin Firth per Il discorso del Re,  che racconta la vita di Giorgio VI.

 

I membri dell'Hollywood Foreign Press Association hanno assegnato anche i premi ai protagonisti del piccolo schermo. Il trionfatore assoluto è stato Glee che ha vinto come migliore serie brillante, mentre due dei suoi attori, Jane Lynch e Chris Colfer, hanno ottenuto le statuette per gli attori non protagonisti. Fra le serie drammatiche, vittoria del progetto HBO Boardwalk Empire e per il suo protagonista Steve Buscemi, premiato come migliore attore drammatico.
Tra gli sconfitti illustri Jhonny Depp. L'Italia, arrivata a Beverly Hills con Io sono l'amore di Luca Guadagnino ma è stata battuta dal film danese Un mondo migliore. Per gli attori brillanti ha vinto Paul Giamatti per La versione di Barney. Nelle commedie a  trionfare è stato il film indipendente I ragazzi stanno bene di Lisa Cholodenko, che ha visto Annette Bening vincere come migliore attrice brillante. Per i migliori attori drammatici non protagonisti i premi sono andati a Christian Bale e Melissa Leo, entrambi per il dramma sul mondo della boxe, The Fighter.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Voglia di tenerezza

Ormai notte l’oscurità riempiva la casa come un liquido denso.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Intervista a Pier Francesco Geraci: Ratemeup il tool per valutare (bene) il tuo …

Come valutare se la vostra azienda sta sfruttando al massimo il potenziale del digital marketing? A rispondere è Pier Francesco Geraci, CEO di Traction, società leader nel performance marketing che lancia...

Giuseppe Giulio - avatar Giuseppe Giulio

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]