Martedì, 27 Novembre 2018 11:47

“Se son rose”, Pieraccioni racconta la stagione della vita in cui l’amore cura i suoi frutti

Scritto da

Leonardo Pieraccioni, al suo tredicesimo film in qualità di  regista, dichiara in conferenza stampa che, arrivato al giro di boa del mezzo secolo, considera “Se son rose” la sua ultima commedia sentimentale.

Del lungometraggio del 2018 l’attore-regista ha curato anche la sceneggiatura insieme a Filippo Bologna. Ma, come il protagonista del film,  Pieraccioni si dice trasformato: vive un tempo  in cui si scopre che i figli sono l’unico amore vero. Loro sono per sempre, le donne no.  Protagonista della storia è Pieraccioni alias Leonardo Giustini, un giornalista che scrive per testate online, esplora il web e le sue tecnologie, sperimenta nuove applicazioni. Appassionato al suo lavoro, impiega il tempo libero crogiolandosi sul divano di casa. Con la figlia quindicenne Leonardo Giustini ha un rapporto distratto, la ragazzina appare persino più protettiva di lui. Sua figlia non approva che il padre si trascini in solitudine, svogliato e depresso, e inventa un trucco per rivoluzionargli le giornate: a firma del genitore manda a tutte le sue ex un messaggio in cui dice loro che vuole rivederle e riprovarci, perché è cambiato. Da qui parte l’avventura di un uomo che si trova a ripercorrere, un po’ per gioco, un po’ per forza, il suo passato …

Ritroviamo in “Se son rose” il Pieraccioni scanzonato e malinconico che conosciamo, il film ha alcune battute spassose, a volte cala di tono e avanza con fatica, altre ci illumina sulla complessità dei rapporti umani attraverso dialoghi e situazioni ad hoc. Per confezionare la sua “pizza in celluloide” Leonardo Pieraccioni ha usato farina del suo sacco con condimento di verità, raccontando di situazioni conosciute e sedimentate e, pur non potendosi dire un film autobiografico, vi ha messo dentro molto di quello che lui è: forse anche per questo dice che è il suo ultimo film, l’ultima fase di una stagione della vita. Nel film c’è un breve cameo della figlia di Pieraccioni, Martina, che ha otto anni.

  • DATA USCITA: 29 novembre 2018
  • GENERECommedia
  • ANNO: 2018
  • REGIA: Leonardo Pieraccioni
  • ATTORI: Leonardo Pieraccioni, Elena Cucci, Michela Andreozzi, Caterina Murino, Claudia Pandolfi, Gabriella Pession, Antonia Truppo, Mariasole Pollio, Nunzia Schiano, Sergio Pierattini, Gianluca Guidi
  • PAESE: Italia
  • DURATA: 90 Min
  • DISTRIBUZIONE: Medusa Film
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Damar

(A Stefano. Il ricordo è un piccolo granello che riempie lo spazio dell'assenza)

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Europa

Resisti mia bella Europa verdeggiante culla dei secoli.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

ITC Farma punta sui giovani: coltivare oggi i talenti di domani

La sinergia tra accademia e impresa è un passo necessario per la crescita del Paese

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Fertilità. L’orologio biologico non segue i nostri comodi

Convegno Rotary con il dottor  Alberto Vaiarelli, specialista di medicina della riproduzione, fondatore di ”Idee fertili”

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]