Mercoledì, 11 Gennaio 2012 13:48

“J. Edgar”: il numero uno dell’FBI secondo un impeccabile Clint Eastwood

Scritto da

ROMA - J.Edgar Hoover: un uomo, con la sua storia, passato alla storia. Quarantotto anni dal primo giorno in cui fu nominato direttore capo dell'FBI: dal primo rapimento di bambini con  Baby Linbergh, attraverso  gli arresti del “nemico pubblico numero uno” John Dillinger, la lotta contro i bolscevichi e le loro bombe, Martin Luther King e le sue idee di uguaglianza e integrazione dei neri. J.Edgar Hoover,  il top del “Federal bureau of investigation”, a fine carriera si trova a fare un bilancio della sua vita, a ricostruire le sue imprese.

Cosa ne viene  fuori? Un uomo che, oltre ad aver messo la carriera davanti a tutto, al pari della sua segretaria, (che ugualmente ha rinunciato alla corte di Hoover per essere sua assistente ed avere un posto di grande importanza) ha represso la passione verso lo strettissimo collaboratore, nonché suo braccio destro, Clyde Tolson, fedele compagno e amico, che con compostezza e sobrietà, ha nascosto il suo amore.

Con questa nuova produzione Clint Eastwood torna a regalare al pubblico un film con una regia impeccabile, una sceneggiatura altrettanto buona,  un cast di attori eccellenti,  come Armie Hammer,  nella parte di Clyde Tolson collaboratore di Hoover. Brava, ma non al pari dei primi due, Naomi Watts, nei panni della segretaria Helen Gandy. Per quanto eccellente Di Caprio (che veste i pani di J.Edgar) non raggiunge,  per l'eccessiva enfasi, lo stesso risultato di altre interpretazioni.
.
E' una storia nella storia quella di J.Edgar Hoover, quella di un uomo che racconta la “sua” avventura,  posta in parallelo con i fatti oggettivi. Bella sfida per Clint Eastwood, con temi  non facili da affrontare,  come l'omosessualità, della quale, dato il periodo storico , non era possibile parlare.  Come le indagini svolte non sempre con metodi leciti. Come i “ricatti” a personaggi di rilievo. Tutto per ragioni di sicurezza,  che fu per Hoover lo scopo di una vita . A qualunque condizione, con qualunque mezzo. Contro chiunque costituisse una minaccia.

Centotrentasette minuti in cui cinquant’ anni di storia vengono riassunti passando in rassegna i principali eventi americani, dal proibizionismo al governo di Nixon. La stesura di una biografia, dove la difficoltà non sta nel reperimento delle informazioni, quanto nella “sicurezza” delle informazioni...

Un film di Clint Eastwood

Con
Leonardo Di Caprio
Naomi Watts
Armie Hammer
Josh Lucas
Judi Dench
Damon Herriman
Dylan Burns
Ed Westwick
Stephen Root
Jeffrey Donovan
Amanda Schull
Miles Fisher

Genere: biografico

Casa di produzione: Warner Bros

Usa, 2011

137'


J. Edagr - Trailer

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]