1111.jpg

 

Sabato, 27 Maggio 2017 14:28

Cannes 70. I laureati con premio della Cinéfondation

Scritto da

CANNES – Sempre più i festival si fanno promotori dei giovani talenti. Come accade anche alla Mostra di Venezia, gli studenti di cinema hanno un punto di riferimento per lanciare le loro opere. 

Non è facile superare la selezione che a Cannes quest’anno comprendeva sedici film di allievi scelti tra 2600 candidati, provenienti da 626 scuole di cinema nel mondo. Sulla Croisette la Cinéfondaton assegna un finanziamento di 15.000 euro al primo premio, 11.250 al secondo, 7.500 al terzo. Il vincitore del primo premio ha poi la certezza che il suo lungometraggio d’esordio sarà presentato al festival di Cannes, sicuramente un grande onore e una bella vetrina. I film vincitori sono inoltre proiettati a Parigi al cinema Hall of fame alle ore 19.00 del 30 maggio e l’intera selezione torna alla Cinematetheque francese il 31 maggio e il primo giugno.  Il nuovo è sempre difficile e, come anche a Venezia accade, non sempre le imberbi opere prime riescono a convincere il pubblico. Tuttavia le sorprese fan parte del gioco.

Nel corso di una cerimonia che si è tenuta nella sala Buñuel del settantesimo festival di Cannes e che è finita con la proiezione del film vincitore, la giuria della Cinéfondation e cortometraggi - presieduta da Cristian Mungiu e composta da Clotilde Hesme, Athina Rachel Tsangari, Barry Jenkins ed Eric Khoo - ha assegnato questi premi:  

Primo Premio
PAUL EST LÀ
di Valentina MAUREL
INSAS, Belgio

Secondo Premio
HEYVAN (AniMal )
di Bahram & Bahman ARK
Iranian National School of Cinema, Iran

Terzo Premio
DEUX ÉGARÉS SONT MORTS
di Tommaso USBERTI
La Fémis, Francia

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077