Martedì, 19 Novembre 2013 17:58

Festival di Roma. Quod erat demonstrandum. Premio speciale della giuria

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

ROMA ( nostro inviato) Quod erat demostrandum, film del rumeno Andrei Gruzsniczki, ha portato a casa il Premio Speciale della Giuria al Festival Internazionale del Film di Roma 2013.

Il film ricorda - nelle dinamiche persecutive del partito comunista  - “Le vite degli altri”,  ambientato nella Berlino est.  “Quod erat demonstrandum” si volge a Bucarest. E' un  racconto in bianco e nero che ritrae la vita, triste e claustrofobica, dei rumeni ai tempi di Ceaușesco.

La storia narra di un matematico di talento che pubblica una sua ricerca, molto importante, su una rivista statunitense senza chiedere il permesso alle autorità.  Il Partito Comunista decide di fargliela pagare e gli mette alle calcagna un uomo della sua polizia. Il matematico rischia il fallimento della carriera accademica. Al tempo stesso una sua vecchia amica, moglie di un matematico fuggito a Parigi, tenta di raggiungere il marito. Tra pedinamenti e intercettazioni ognuno sarà costretto a cercare ‘salvezza', passando sui propri sentimenti. “Quod erat demostrandum”, come volevasi dimostrare, è la locuzione usata alla fine di ogni dimostrazione fisico/matematica e rimanda ad una triste verità: nella disperazione è difficile tenere in conto i bisogni degli altri. 

Quod Erat Demonstrandum di genere drammatico della durata di 105 min. diretto da Andrei Gruzsniczki e interpretato da  Florin Piersic Jr.,  Doru BogutaMedeea MarinescuMihai Calin,George AlexandruTora Vasilescu,  Alina Berzunteanu,  Paul IpateAna PopescuOfelia Popii. Prodotto nel 2013 in Romania.

Last modified on Martedì, 19 Novembre 2013 18:10
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]