Sabato, 20 Ottobre 2018 08:52

Festa Cinema Roma. “Who will write our history?”, la storia sconosciuta dell’archivio segreto del ghetto di Varsavia

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Il film di Roberta Grossman “Who will write our history?”, ovvero “Chi scriverà la nostra storia?”, evento speciale della Festa del Cinema di Roma, porta alla ribalta - attingendo al libro dello storico Samuel D. Kassow che titola in maniera omonima - una vicenda poco nota dell’olocausto e risponde alla domanda senza tempo su quali fonti e quali uomini tramandino gli avvenimenti; quali racconti siano elevati a “verità” e quali ignorati o nascosti.

Racconta di un gruppo segreto di sessanta giornalisti, studiosi e storici, rimasti segregati nel ghetto di Varsavia, decisi a sconfiggere con carta e penna le bugie e la propaganda nazista. Il risultato è un archivio monumentale, 60.000 pagine che ci sono state tramandate e che urlano al mondo i fatti accaduti. La questione coinvolge, oltre all’importanza della memoria, anche quella della libertà di stampa a ogni latitudine. Tale gruppo, creato e guidato dallo storico polacco Emanuel Ringelblum, aveva un nome in codice Oyneg Shabes in yiddish, “La gioia del sabato” in italiano. Anche se quasi tutti sono morti prima della fine della guerra, i membri di quest’unione sono riusciti a creare la più grande raccolta di testimonianze oculari in grado di sopravvivere all’olocausto e tramandarne il monito.

Il lungometraggio della Grossman ha la capacità di emozionare perché narrativamente perfetto, pur attingendo a filmati dell’epoca, foto, autentiche registrazioni. Segue i momenti di angoscia, speranza, rabbia verso gli stessi ebrei collaborazionisti, di questi uomini, che oggi definiamo eroi, i quali hanno scritto e commissionato diari, resoconti, testimonianze personali, saggi, storielle, poesie e canzoni su quanto accadeva intorno a loro. Rende omaggio alla loro determinazione per la verità, esalta l’importanza della trascrizione e della conoscenza. Le stesse parole pronunciate nel film dagli attori provengono direttamente dalle pagine dell’archivio segreto e quelle della voce narrante dai suoi stessi scritti nel dopoguerra. Un film necessario e importante,

Regia di Roberta Grossman. Un film con Joan AllenAdrien BrodyJowita BudnikPiotr GlowackiKarolina Gruszka. Titolo originale: Who Will Write Our History. Genere Documentario - USA2018durata 96 minuti. distribuito da Wanted.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Assolo

Amo quelli che non rinunciano ai propri sogni. Quelli che si rialzano sempre, anche quando si sentono a terra.

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

L'angolo dei classici

Opinioni

Amos Oz. In memoria

Esiste un luogo della parola che ha a che fare con la profezia: quel potere onirico che la scrittura sprigiona quando diviene impronta della storia e, al tempo stesso, visione...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Rizzoli. “Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking. Recensione

“Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking edito da Rizzoli (pagg. 199 euro 17,00) e uscito pochi mesi dopo la sua morte, avvenuta il 14 marzo scorso, con...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077