Martedì, 08 Dicembre 2015 20:12

Libri. Classici, “Ferragus”, un romanzo di Balzac tra il rosa e il noir. Recensione

Scritto da

Pubblicato inizialmente nella Revue de Paris, periodico dell’epoca, Ferragus è un racconto di Honoré de Balzac incluso nelle "Scene della vita parigina", che compongono ” La Commedia umana”, monumentale opera del grande scrittore francese.

Ambientato intorno al 1820, narra di Auguste de Maulincours, giovane ufficiale di cavalleria, segretamente innamorato di Clemence, una donna bellissima e idealizzata, che segue in silenzio per le vie di Parigi. Un giorno Auguste rimane sconcertato nel vederla entrare in una casa di tolleranza. Quale mistero cela questa signora, nota alla buona società quale modello di vita coniugale? Auguste, tra sentimenti tumultuosi e contrastanti, la pedina per scoprire la verità. Viene così a sapere che essa frequenta un inquietante ricchissimo signore di nome Ferragus. Nel dedalo di vicende che lo portano a dipanare il bandolo della matassa, Auguste de Maulincour rischia più volte la vita, finché non decide di rivelare ciò che ha scoperto al marito …

Nello stile del romanzo d’appendice, con seducentissima scrittura, nonostante l’intreccio certamente melodrammatico e ottocentesco, questo romanzo di Balzac ha una forza attrattiva che calamita al finale. Racconto d’amore, popolato di tenebrosi elementi noir, ricco di suspense, “Ferragus” è al tempo stesso interessante per gli elementi sociologici. Come sempre Parigi giganteggia quale “mostruosa creatura”, “grande cortigiana”, città dalle contraddizioni esplosive, dove “tutto fuma, brucia, brilla, fermenta, arde, evapora, si spegne, si riaccende, sfavilla, crepita e si consuma”.

Honoré De Balzac

Ferragus

Garzanti i grandi libri

Euro 8

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]