Martedì, 06 Settembre 2016 17:46

Venezia 73. “Tommaso”, galleggiante alla deriva

Scritto da

LIDO DI VENEZIA (nostro inviato) E’ stato presentato alla mostra di Venezia, fuori concorso, “Tommaso”: storia di un uomo con qualche fobia  che vorrebbe risolvere, mentre distrugge le vite di chi gli si avvicina. L’ idea potrebbe non essere male, il problema è come viene sviluppata e resa: cosa che cade come un macigno sull’opera di Kim Rossi Stewart. 

Si naviga in superficie, anche se il regista cerca di ingannare il pubblico ricorrendo a un simbolismo esplicito, gettato sullo schermo senza alcuna accortezza. Tutto stona, troppo amplificato oppure appena accennato. Il risultato è una pellicola fredda che lascia lo spettatore a distanze siderali, che a tratti irrita o ancora peggio annoia. I dialoghi sono artefatti, spesso ci sono spunti interessanti che muoiono nell’ istante in cui prendono vita come se ci fosse il timore di esplorarli. Certo, l’argomento non è facile, indagare la mente e i comportamenti richiede perizia e profondità, tanto più se non c’è un’adeguata struttura narrativa di supporto, ma allora, ci si domanda, perché realizzarci un film? Interrogativo che non trova risposta. Un quesito abbandonato nello stesso silenzio in cui galleggia, per buona parte del film, l’inespressivo personaggio di Kim Rossi Stewart.

Sinossi. Dopo una lunga relazione, Tommaso riesce a farsi lasciare da Chiara, la sua compagna. Ora ad attenderlo pensa ci sia una sconfinata libertà e innumerevoli avventure. E’ un attore giovane, bello, gentile e romantico ma oscilla perennemente tra slanci e resistenze e presto si rende conto di essere libero solo di ripetere sempre lo stesso copione: insomma è una “bomba innescata” sulla strada delle donne che incontra. Le sue relazioni finiscono dolorosamente sempre nello stesso modo, tra inconfessabili pensieri e paure paralizzanti. Questa sua coazione a ripetere un giorno finalmente s’interrompe e intorno a sé si genera un vuoto assoluto. Tommaso ora è solo e non ha più scampo: deve affrontare quel momento del suo passato in cui tutto si è fermato.

TOMMASO

DATA USCITA: 08 settembre 2016

GENERE: Drammatico

ANNO: 2016

REGIA: Kim Rossi Stuart

ATTORI: Kim Rossi Stuart, Cristiana Capotondi, Camilla Diana, Jasmine Trinca, Dagmar Lassander, Serra Ylmaz, Edoardo Pesce, Renato Scarpa, Alessandro Genovesi

SCENEGGIATURA: Kim Rossi Stuart, Federico Starnone

FOTOGRAFIA: Gian Filippo Corticelli

MONTAGGIO: Marco Spoletini

PRODUZIONE: Palomar, Rai Cinema

DISTRIBUZIONE: 01 Distribution

PAESE: Italia

DURATA: 97 Min

Tommaso - Trailer

 

Sam Stoner

Scrittore

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 70. A sorpresa vince “The square”. Tutti i premiati

CANNES -  La giuria del  Festival Internazionale del Film di Cannes  presieduta da Pedro Almodovar e composta da Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing, Agnès Jaoui, Park Chan-wood, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel...

Redazione - avatar Redazione

Opinioni

Non solo coaching: Siamo pronti ad affrontare lo tsunami digitale?

Siamo nel pieno delle sfide del mondo 4.0, una rivoluzione non solo industriale, ma anche personale e professionale.

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077