Sabato, 29 Settembre 2012 13:39

Vendo all'asta la mia verginità. La proposta on line di una italo- brasiliana

Scritto da

SANTA CATARINA -  Una ventenne brasiliana di origine italiana ha messo all'asta via web la propria verginità. Con il ricavato intende realizzare un progetto di case popolari per famiglie povere di Santa Catarina, lo stato meridionale dove è nata. Nel sito le offerte hanno già superato i 160mila dollari e l'intera storia diventerà un documentario.

Catarina Migliorini, 20 anni, si dice "molto romantica" e ritiene la sua scelta assolutamente altro dalla prostituzione perché è per una volta sola. L'asta terminerà il 15 ottobre e il vincitore, malgrado il documentario prodotto da un cineasta australiano, resterà anonimo. Il regolamento prevede che Catarina incontri il vincitore a bordo di un aereo per non incorrere in alcun reato. In Brasile, come in Italia, la prostituzione è legale ma è punito lo sfruttamento e, malgrado Caterina sostenga il contrario, l’offerta di sesso per soldi è considerata tale.


La ragazza assicura che i soldi andranno tutti a lei e il produttore australiano non vedrà un dollaro, il vincitore potrà  trascorrere un'ora con  lei, toccarla, possederla, conversare, se vuole, ma non baciarla. E  ovviamente dovrà usare il preservativo.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]