Venerdì, 15 Gennaio 2016 16:57

Rai storia. In ricordo di Franco Citti

Scritto da

ROMA - Per ricordare Franco Citti, l'attore scomparso ieri a Roma, Rai1 manderà in onda questa sera dopo il Tg della Notte, la rubrica "Sottovoce" con intervista a Franco Citti e, a seguire, all'1.40, il film del 1973 "Storia de fratelli e de cortelli" ambientato a Roma nel 1904: un giovane popolano si innamora di una sciantosa e, per poterle offrire il lusso a cui la donna è abituata, comincia a rubare.

Disperato tenterà di sottrarre alla madre un prezioso orologio, appartenuto al padre defunto; ma proprio la madre lo sorprende e finirà in tragedia..."Quando mi sono visto, mi sono alzato e sono andato via.  Non mi sono piaciuto. Ero un ragazzo di borgata, ma non ero così". Parole con le quali Franco Citti ricordava il disagio di vedersi sullo schermo al Festival del Cinema di Venezia in "Accattone", il film di Pier Paolo Pasolini. Parole che tornano nel documentario "Un uomo fioriva" di Enzo Lavagnini che Rai Cultura propone sabato 16 gennaio alle 23.30 su Rai Storia, per un omaggio a Citti, recentemente scomparso. Un omaggio che si aggiunge ad altri brani di interviste all'attore, proposte già nella giornata di oggi.

In "Un uomo fioriva" - che racconta un periodo felice per Pasolini dopo aver lasciato Casarsa, in Friuli, e aver "incontrato" la bellezza della Capitale - Citti ripercorreva l'incontro con Pasolini e la loro amicizia, il film "Accattone" di cui era protagonista e che gli fece guadagnare le prime "ottomila Lire", ma anche la vita di borgata e quella dei ragazzi dell'epoca.Una testimonianza, insieme ad altre, che arricchisce  il racconto del documentario, che va dalla poesia friulana allo scavo artistico e letterario delle vicende delle borgate, dai capolavori del cinema e del teatro alle grandi e preveggenti polemiche sociali, politiche e di costume.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]