Venerdì, 21 Ottobre 2016 11:15

Russia: cantante d'origine italiana, tutta nuda in Piazza Rossa per Putin

Scritto da

MOSCA - Sotto la pelliccia, niente. La cantante neozelandese di origini italiane, Anna Azerli, ha fatto la sua dichiarazione d'amore al presidente russo Vladimir Putin, rimanendo in biancheria intima a due passi dalla Piazza Rossa, sotto le mura del Cremlino.

In un'intervista video al sito Life News, la stessa cantante si toglie la pelliccia sullo sfondo della cattedrale di San Basilio e chiede a Putin di sposarla cantandogli una canzone d'amore. La Azeri racconta di aver conosciuto il leader russo sette anni fa durante un suo concerto a Dresda e da allora ha iniziato a sognare di diventare la first lady del paese. Arrivata a Mosca da Parigi, la cantante "ha deciso di mettere in scena questa audace performance, per attirare l'attenzione del suo idolo e per protestare contro le sanzioni statunitensi ed europee", scrive Life News. "E' forte e potente - ha dichiarato la donna - E' cosi' intelligente e sportivo. Ha un sacco di qualita', possedute da pochissimi uomini. Nel 2009, ho incontrato il vostro presidente, ho cantato davanti a lui in un concerto, dopo il quale mi ha invitata in Russia, ma allora non sono venuta. Ora sono libera e sogno di essere sua moglie". "Prendetevi cura del vostro presidente", e' poi l'appello della Azeri ai russi. L'iniziativa della Azeri non e' passata inosservata e sempre secondo quanto riporta Life News, il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha commentato con ironia: "Fa freddo, ci si puo' raffreddare, questa non e' Sochi".  

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Opinioni

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La plastica: arte per i Beni Culturali

La plastica, uno dei flagelli del nostro tempo, merita di essere vista anche dall’altra parte della medaglia. Gli oggetti di plastica finalizzati al benessere dell’umanità sono innumerevoli, come pure i...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077