Sabato, 01 Aprile 2017 10:21

Rai Cultura. Ciclo Luca Barbareschi: American Plays

Scritto da

Al più “americano” degli attori italiani Rai Cultura dedica un ciclo di quattro appuntamenti con quattro spettacoli diversi

 

sabato 1 aprile L’ANATRA ALL’ARANCIA

sabato 8 aprile CERCANDO SEGNALI D’AMORE NELL’UNIVERSO

sabato 15 aprile IL CASO DI ALESSANDRO E MARIA

sabato 22 aprile  OLEANNA

 

ore 21:15

(repliche la domenica pomeriggio h 16:30 circa e il venerdì mattina h 09:30 circa)

In oltre trent’anni di carriera, Luca Barbareschi ha spaziato tra teatro, cinema e televisione, ora in qualità di attore, ora in veste di produttore, regista, sceneggiatore o conduttore, sia in Italia sia negli Stati Uniti e in Inghilterra. Al teatro diretto e interpretato dal più “americano” dei nostri attori Rai Cultura dedica quattro appuntamenti dal titolo Luca Barbareschi: American Plays: dal recentissimo L’anatra all’arancia, portato in scena al Teatro Eliseo di Roma al monologo autobiografico sui generis di Cercando segnali d’amore nell’universo, da Il caso di Alessandro e Maria tratto da un testo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini a un grande classico di Mamet quale Oleanna.

Il ciclo si inaugura sabato 1 aprile alle 21.15 su Rai5 con L’anatra all’arancia.  Gilberto e Lisa sono una coppia sposata da venticinque anni; più che dal logorio della routine, il loro ménage è messo in crisi dalla personalità di lui, egoista, egocentrico, incline al tradimento. Esasperata, Lisa si innamora di Volodia, un russo di animo nobile, un romantico sognatore. Gilberto studia una strategia di contrattacco e organizza un week-end a quattro, in cui Lisa e il suo amante staranno insieme a lui e alla sua attraente segretaria, Chanel Pizziconi. Il tutto sotto gli occhi di un sempre più interdetto cameriere, un cechoviano personaggio che, come un sorta di fantasma, si aggira per la casa e si rivelerà il deus ex machina della storia. Da The Secretary Bird di William Douglas Home nella versione francese di Marc Gilbert Sauvajon. Diretto e interpretato da Luca Barbareschi con Chiara Noschese, Ernesto Mahieux, Gianluca Gobbi, Margherita Laterza. Registrato al Teatro Eliseo di Roma nel gennaio 2017 con la regia televisiva di Marco Odetto.

Luca Barbareschi si è formato come performer negli States studiando con grandi maestri della scena newyorkese come Lee Strasberg, Nicholas Ray e Stella Adler, sviluppando un profilo d’attore multiforme e duttile, che alla recitazione affianca la danza, il canto, l’esecuzione musicale e la scrittura drammatica. Il profilo cosmopolita di Barbareschi ha contribuito a renderlo uno dei principali divulgatori del teatro d’Oltreoceano e d’Oltre Manica in Italia, portando sui nostri palcoscenici autori come David Mamet, Eric Bogosian, David Hare, Ben Elton, Nigel Williams.

SABATO 8 APRILE

Cercando segnali d’amore nell’universo

Un “one man show” ironico e ricco di musica dal vivo, portato in scena da Luca Barbareschi e diretto da Chiara Noschese, nella suggestiva cornice del Teatro Romano di Spoleto. È lo spettacolo Cercando segnali d’amore nell’universo, secondo appuntamento con il ciclo “Luca Barbareschi: American Plays”, che Rai Cultura propone sabato 8 aprile alle 21.15 su Rai5. Con il “pretesto” di ripercorrere la propria biografia, Barbareschi rivive le tappe della sua vita, prendendo a prestito le parole di grandi autori come Shakespeare, Mamet, Tomasi di Lampedusa, Eschilo e con l’accompagnamento di grandissimi autori musicali (Mozart, James Taylor, Chico Buarque).

SABATO 15 APRILE

Il caso di Alessandro e Maria

Un dialogo intimo, lieve e drammatico, sfiorato da una comicità leggera e surreale, tra un uomo e una donna che sono stati amanti in passato e che si rincontrano a distanza di anni. Luca Barbareschi e Chiara Noschese sono i protagonisti de Il caso di Alessandro e Maria, spettacolo che Rai Cultura propone per il ciclo “Luca Barbareschi: American Plays”, in onda sabato 15 aprile alle 21.15 su Rai5.  I due interpretano rispettivamente Alessandro e Maria, ex amanti che si raccontano la loro vita presente ma inevitabilmente ritornano al loro antico amore, ad alcuni frammenti della loro storia, come se il tempo non fosse mai trascorso. Da un testo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini.

SABATO 22 APRILE

Oleanna

In Italia le opere di David Mamet sono state proposte sin dai primi anni Ottanta da Luca Barbareschi, grande estimatore dell’autore americano e divulgatore da sempre di tutti, o quasi, i suoi testi. È stato infatti l’attore e regista a portare sulle scene nostrane lavori quali American Buffalo,Perversione sessuale a Chicago, Glengarry Glen Ross, Il sermone, Mercanti di bugie, fino a produrre Boston Marriage e China Doll.

Con Oleanna, scritto da Mamet nel 1992, Barbareschi debuttò dirigendo se stesso e Lucrezia Lante della Rovere al festival di Spoleto del 1993. È un testo sulla menzogna come principio fondamentale della relazione umana che prende spunto dal tema scottante delle molestie sessuali. Una studentessa accusa di tentato stupro il professore a cui si era rivolta in seguito al brutto voto riportato in un test. Le accuse sono infondate, ma il professore viene licenziato e denunciato perché il senso delle sue parole e dei suoi gesti, sistematicamente manipolato dalla ragazza, si ritorcono contro di lui.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077