Giovedì, 26 Febbraio 2015 14:25

Crisi. Perse 34mila attività e 93mila posti di lavoro

Scritto da

VENEZIA - Le vendite al dettaglio continuano a segnare il passo: il forte calo registrato dal numero delle piccole imprese commerciali e di quelle artigiane presenti nel Paese è una diretta conseguenza di questa situazione.

Nel 2014, infatti, il saldo dei negozi di vicinato, calcolato come  differenza tra le aziende iscritte e quelle cessate, è stato pari a  - 34.410. A fronte della chiusura di queste imprese, l’Ufficio studi della CGIA ha stimato la perdita di oltre 93.400 posti di lavoro, di cui quasi 42.000 nei piccoli esercizi commerciali e altri 51.500 circa nell’artigianato.

A seguito del calo delle vendite, del forte aumento della pressione fiscale  registrato in questi ultimi anni e della presenza di una grande distribuzione che esercita sempre più una fortissima concorrenza sui prezzi,   le botteghe artigiane hanno subito il contraccolpo negativo più pesante: a fronte di 88.498 imprese che hanno aperto l’attività, nel 2014 ben 108.891 hanno chiuso definitivamente i battenti (saldo pari a -20.393). Nel commercio, invece, le aperture hanno interessato 42.871 piccoli negozi, mentre le chiusure sono state 56.888 (saldo pari a -14.017).

“Oltre al danno economico – dichiara il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi – c’è anche un aspetto sociale da non trascurare. Quando chiude definitivamente la saracinesca un piccolo negozio o una bottega artigiana, la qualità della vita di quel quartiere peggiora. C’è meno sicurezza, più degrado e il rischio concreto di impoverimento del tessuto sociale”.

Andamento delle imprese nel commercio al dettaglio e

nell’artigianato  (*)

Valori in unità

Nati-mortalità

ANNO 2014

Commercio al dettaglio (Iscritte)

42.871

Commercio al dettaglio (Cessate)

56.888

Commercio al dettaglio
(saldo iscritte-cessate)

-14.017

Imprese artigiane (Iscritte)

88.498

Imprese artigiane (Cessate)

108.891

Imprese artigiane
(saldo iscritte-cessate)

-20.393

   

SALDO TOTALE ISCRITTE-CESSATE
Commercio al dettaglio e artigianato

-34.410

   

Stima (**) di addetti persi nel commercio al dettaglio

-41.842

Stima (**) di addetti persi nell'artigianato

-51.485

Totale stima (**) addetti persi
(commercio al dettaglio + artigianato)

-93.327

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati camerali e Istat

NOTE

(*) La nati-mortalità delle imprese del commercio al dettaglio è stata calcolata al netto della quota residuale di imprese artigiane che sono inserite nel settore commercio al dettaglio (ad esempio panifici, ottica ecc.) che sono già incluse nella nati-mortalità delle imprese artigiane.

(**) La stima degli addetti persi nel 2014 è stata effettuata tenendo conto del numero medio di addetti nell’artigianato e nel commercio al dettaglio sulla base dei dati relativi all’ultimo censimento dell’Industria e dei Servizi (dati 2011).

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]