Sabato, 10 Ottobre 2015 21:21

Morti sul lavoro, il 2015 si profila come annus horribilis

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA  – «Il 2015 si sta profilando come un Annus Horribilis per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro.

I dati Inail relativi al periodo gennaio-agosto sono impietosi sia in termini assoluti sia relativamente al rapporto tra vittime e numero di occupati: 752 lavoratori hanno perso la vita, ben 100 in più rispetto agli stessi mesi del 2014, e l’indice di mortalità è tornato a crescere, attestandosi di nuovo a ridosso dei 3,5 decessi ogni 100.000 occupati, nettamente al di sopra della media europea. Siamo di fronte a un’inversione di tendenza rispetto all’ultimo decennio che non può che preoccupare: in vista della Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, in programma domenica, siamo tutti chiamati a una profonda riflessione e a proporre delle contromisure efficaci». Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA, azienda specializzata nella sicurezza sui luoghi di lavoro.

«A rendere ancora più pesante la situazione – prosegue Simoncini – c’è il fatto che le statistiche dell’Inail non tengono conto, ad esempio, dei lavoratori assicurati con altri istituti, delle partite Iva individuali e, ovviamente, dell’economia sommersa, che soprattutto nell’edilizia e in agricoltura rappresenta un fenomeno non certo marginale. Per arginare questa deriva bisogna intervenire su almeno tre fronti: aumentare le spese per i controlli, che viceversa in questi ultimi anni hanno subìto ingenti tagli; puntare su figure altamente specializzate, in particolare evitando che sugli affidamenti di incarico a professionisti responsabili della sicurezza si possa operare con il metodo del ribasso di offerta; semplificare la legislazione in materia, rendendola più facilmente comprensibile e applicabile anche alle piccole imprese, che in Italia rappresentano il settore maggiormente colpito dal problema degli incidenti sul lavoro».

Read 2304 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]