Giovedì, 25 Ottobre 2018 05:31

Fattura elettronica: come funziona

Scritto da

Nel 2019 con buona probabilità, salvo ripensamenti del Governo, entrerà in vigore per tutti, privati e aziende, l’obbligo ad utilizzare la fattura elettronica al posto di quella tradizionale, cartacea o digitale.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione, che porta notevoli vantaggi sia per le aziende, sia per l’Agenzia delle Entrate. Per utilizzare questo nuovo metodo dovrai avere a disposizione un software per la compilazione della fattura elettronica per le tue esigenze. Oggi il mercato ne propone vari, alcuni dei quali hanno la possibilità di essere arricchiti a piacere, con tutte le funzioni più utili da valutare caso per caso.

Quanto costa un software di fatturazione

I software per le aziende oggi hanno costi abbastanza elevati, soprattutto quando si tratta di prodotti “tecnici”. Per quanto riguarda la fatturazione elettronica l’offerta è molto ampia, anche perché i soggetti che dovranno avere a disposizione programmi di questo genere sono di tipo variegato; si va dal singolo che ha una piccola attività, fino alla grande azienda con diverse sedi produttive e numerosi dipendenti e clienti. Il modello di software per la fatturazione elettronica che sta avendo più successo è quello del programma di base a basso costo, che può essere arricchito con diverse funzionalità anche in un secondo momento. Questo permette al piccolo imprenditore di attivare subito l’utilizzo di un software di questo genere, spendendo cifre minime; per poi eventualmente aumentarne le funzionalità con ulteriori investimenti, da effettuare solo se necessario.

Come compilare una fattura elettronica

La problematica che costringe ad avere software dedicati dipende proprio da questo punto. C’è chi ritiene che la fattura elettronica altro non sia che una versione digitale della normale fattura cartacea, ma le cose non stanno effettivamente così. Le nuove fatture dovranno sì essere compilate in forma digitale, ma in uno specifico formato, XML. Oltre a questo, dovranno essere inviate al destinatario utilizzando il cosiddetto Sistema di Interscambio, messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Quindi se non si possiedono gli strumenti giusti è praticamente impossibile utilizzare questo nuovo metodo di fatturazione. 

Utilizzare al meglio la fatturazione elettronica

Le aziende e i singoli coinvolti in questa piccola rivoluzione potranno però avere numerosi vantaggi dall’adozione della fatturazione elettronica. Si tratta infatti di un metodo più rapido e meno costoso dal precedente; oltre a questo le fatture in formato digitale potranno essere conservate sul cloud, o sul server aziendale, senza la necessità di avere a disposizione dello spazio in cui tenere, per 10 anni, tutti i documenti cartacei di un’impresa. Sono già molte le aziende che hanno adottato questo nuovo metodo di fatturazione, anche tra quelle per cui non vale ancora l’obbligo. La motivazione è correlata ad una più rapida gestione delle fatture, oltre alla possibilità di godere di un rapporto privilegiato con l’Agenzia delle Entrate. Fatturare solo attraverso il Sistema di Interscambio infatti consente di verificare rapidamente il fatturato di un’azienda, ma anche di gestire con grande efficienza le eventuali pendenze, si pensi ad esempio agli acconti IVA e alle eventuali restituzioni di importanti somme da parte dell’Agenzia a favore dell’azienda.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Nel 2100 è previsto che il 40% degli abitanti della terra sia africano

Nel 2040 l’Africa sarà la più grande forza lavoro giovanile. In Africa vive il 17% della popolazione del nostro Pianeta con solo il 3% del PIL totale, mentre nella parte...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

A Firenze Banksi. Gianluca Marziani: “le immagini chiave per comprendere l’artis…

Un’esposizione molto “asciutta e analitica”. Ventidue immagini selezionate, supportate da un grande lavoro testuale. “Da questa mostra si esce sicuramente con una idea più chiara”

Rita Salvadei - avatar Rita Salvadei

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077