Fabio Angioletti

Fabio Angioletti

TRIESTE - Pur non essendo ancora arrivati a Capodanno, la mancanza di liquidità ha favorito un’ultima settimana di aperture col botto, con Wall Street ad aggiornare i propri massimi storici tanto nella seduta che ha preceduto il Natale quanto in quella di Santo Stefano: il Dow Jones ha fissato così il massimo storico a 16.483 punti, mentre lo S&P500 ha portato a 1.843 punti il nuovo livello record.

TRIESTE - La settimana natalizia che s’inaugura oggi sarà caratterizzata per ben pochi appuntamenti di rilievo, stante la chiusura di Piazza Affari nelle giornate del 24, 25 (listini fermi su entrambe le sponde dell’Atlantico) e 26 dicembre (mercati chiusi in tutta Europa), con il ritorno alle contrattazioni previsto solamente per venerdì 27 dicembre, in coincidenza di un’importante emissione di BOT semestrali da parte del Tesoro italiano.

Mercoledì, 18 Dicembre 2013 07:55

Derivati: una bomba da 6mila miliardi

Da Lehman Brothers all’attuale crisi, gli strumenti per privatizzare i guadagni e socializzare le perdite. Per la Consob «una bolla che mette a rischio l’economia mondiale»: cosa sono e come funzionano

TRIESTE - Dopo che anche la scorsa ottava è trascorsa senza significative novità sul fronte macroeconomico, oggi entriamo in una settimana cruciale per i mercati finanziari, incentrata sul meeting del FOMC (Federal Open Market Committee, il braccio della politica monetaria della Federal Reserve) che domani e mercoledì si riunirà per decidere se avviare o meno il "tapering", la famigerata quanto la graduale stretta agli stimoli monetari costituiti dal Quantitative Easing, gli acquisti di bond per 85 miliardi di dollari di al mese effettuati per immettere liquidità a sostegno dei mercati e dell’economia.

TRIESTE - Ennesima ottava di Borsa senza significative novità sul fronte macroeconomico, con i mercati sempre più dipendenti dalle incerte aspettative attorno al prossimo avvio del “tapering”, la progressiva diminuzione del QE (Quantitative Easing, acquisti di titoli per 85 miliardi di dollari di al mese effettuati dalla Fed a sostegno dei mercati e dell’economia), sulle quali ritorna ad allungarsi l’ombra della preoccupazione per il tetto del debito e lo “shutdown” (la chiusura degli uffici federali per mancanza di fondi).

TRIESTE - Forti prese di profitto, mancanza di pubblicazioni macroeconomiche importanti e ritorno alla volatilità giustificano l’incertezza dimostrata questa settimana dai mercati, dominati dai timori sulle prossime mosse delle principali banche centrali: la Federal Reserve (Stati Uniti d’America), la BOE (Bank of England) ed infine la BCE (Banca Centrale Europea).

TRIESTE - Prima di andare ad analizzare le caratteristiche della nuova ottava che si apre oggi, ritorniamo per un attimo alla scorsa settimana ed ai record inanellati da Wall Street: l’indice Dow Jones ha consolidato il livello dei 16mila punti (toccato per la prima volta in chiusura di seduta lo scorso giovedì) registrando un progresso dello 0,7% di periodo, mentre lo Standard & Poor's 500 ha chiuso per la prima volta sopra i 1.800 punti per un progresso nei sette giorni dello 0,4%.

TRIESTE - Il positivo andamento dei principali mercati finanziari continua a sorprendere positivamente, soprattutto perché accompagnato, nella maggior parte dei paesi europei, da un consistente ritorno della massa intermediata; gli investitori continuano a propendere per un trading di medio periodo, attenti alla pubblicazione dei singoli dati per cogliere al volo l’opportunità di un buon posizionamento intraday.

TRIESTE - Prima di andare ad analizzare le caratteristiche della nuova ottava che si apre oggi, ritorniamo per un attimo alla scorsa settimana ed ai record inanellati da Wall Street: l’indice Dow Jones ha consolidato il livello dei 16mila punti (toccato per la prima volta in chiusura di seduta lo scorso giovedì) registrando un progresso dello 0,7% di periodo, mentre lo Standard & Poor's 500 ha chiuso per la prima volta sopra i 1.800 punti per un progresso nei sette giorni dello 0,4%.

TRIESTE - Per quanto da alcune settimane a questa parte non si ravvisino spunti particolari per quanto concerne i mercati finanziari, abbiamo assistito ad un’ottava di Borsa caratterizzata da un susseguirsi di nuovi massimi registrati su più Borse: ieri record a Wall Street con il Dow Jones per la prima volta nella storia oltre quota 16mila punti dopo che, lunedì scorso, lo S&P500 aveva superato quota 1.800 punti stabilendo, assieme al Dax tedesco, un nuovo primato; picco degli ultimi sei mesi, infine, per l’indice Nikkei di Tokyo.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]