Menu
Teatro Quirino. “Puntila e il suo servo Mati” di B. Brecht. 4-9 aprile

Teatro Quirino. “Puntila e il suo servo Mati” di B. Brecht. 4-9 aprile

ROMA - Considerata una delle migliori commedie di Brecht, scritta...

Enrico Letta, l'eurottimista critico

Enrico Letta, l'eurottimista critico

Riflessioni sul nuovo libro di Enrico Letta e sul futuro...

Teatro Manzoni. “La notte della Tosca”. Da non perdere

Teatro Manzoni. “La notte della Tosca”. Da non perdere

“La notte della Tosca” è una tragicommedia intelligente sulla precarietà...

Articolo Uno fra memoria e futuro

Articolo Uno fra memoria e futuro

Un Tempio di Adriano listato virtualmente a lutto, uno Speranza...

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

I trasferimenti multimiliardari di armi all’Arabia Saudita da parte di...

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

Giuseppe Tornatore, Paolo Sorrentino, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Roberto Benigni...

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

ROMA - Il 25 marzo 2017 ricorre il 60° anniversario...

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

LONDRA  - Solo nella mattina e' tornata una relativa calma...

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del  magico Moscow State Ballet

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del magico Moscow State Ballet

ROMA - È una di quelle arti che conservano un...

Terrorismo, a un anno dagli attacchi di Bruxelles

Terrorismo, a un anno dagli attacchi di Bruxelles

BRUXELLES - Un anno dopo gli "spaventosi attacchi" del 22...

Prev Next

Come funziona il ricorso al Tar?

Come funziona il ricorso al Tar?

ROMA - Un Tar, Tribunale amministrativo Regionale, è un organo giurisdizionale di primo grado specializzato nel settore amministrativo, dunque coinvolto nella lesione di un interesse illegittimo dei cittadini, che possono ottenere la modifica, la revoca o l’annullamento di tale atto.

Il Tar si trova in ogni capoluogo di regione oppure nelle altre province come sezione distaccata; il ricorso al tar si può presentare nella propria regione solo se gli atti sono della stessa regione, altrimenti ci si deve riferire al Tar del Lazio.

Per fare  ricorso al tar sono fondamentali tre requisiti:  

Un avvocato amministrativo, essere dentro i limiti di tempo necessari e avere un motivo valido.

Per quanto riguarda i limiti di tempo, è fondamentale presentare il ricorso entro 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’atto che si desidera impugnare, e sempre entro questo limite di tempo il ricorso deve essere scritto e notificato a tutte le parti. Passato questo margine di tempo non è più possibile effettuare tale richiesta.

Perchè la notifica possa esssere ricevuta da tutte le parti in causa è necessario che questa venga realizzata da un avvocato amministrativo specializzato nel ricorso al tar, che comunichi tale atto all’amministrazione che ha emanato l’atto, all’eventuale amministrazione superiore, e ad un’eventuale persona, se existe, denominata controinteressato (ossia un soggetto a cui l’accoglimento del ricorso potrebbe portare uno svantaggio, come nel caso per esempio del vincitore di un concorso pubblico del quale si chiede l’annullamento).

Il Tar all’inizio può concedere la “tutela cautelare”, ossia la sospensione dell’atto amministrativo onde evitare un pregiudizio grave alla persona che ha presentato ricorso, il Tar in seguito emette una sentenza che può consistere in un’ammissione od in un rifiuto della modifica, in un annullamento oppure in una revoca dell’atto.

Avverso le sentenza del ricorso al Tar ci si può rivolgere in secondo grado al Consiglio di Stato, la cui sentenza è definitiva e non prevede alcun appello.

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208