Mercoledì, 13 Luglio 2011 20:50

Giappone. Il premier pensa a un futuro senza nucleare

Scritto da

TOKYO - Sembrerebbe una svolta: Naoto Kan, il primo ministro giapponese, ha dichiarato di voler ridurre la dipendenza della nazione dall'atomo e puntare alle fonti di energia rinnovabile. E' la presa di posizione contro l'energia nucleare più forte  presa dal governo dallo tsunami a oggi. Nonostante lo stop di 35 reattori sui 54 presenti in Giappone, il Paese ha una produzione energetica sufficiente ad affrontare la domanda estiva e anche quella invernale, ha detto Kan.

Tuttavia il premier, che adesso i sondaggi danno a un livello di apprezzamento da parte dei cittadini ridotto al 16%, non ha convinto l'opposizione, scettica sull'effettiva capacità da parte di un governo sino a ieri filonucleare di gestire le rinnovabili. E non è contenta nemmeno la potente Confindustria nipponica, che addirittura definisce "ridicola" la decisione dell'esecutivo di ritardare per ulteriori controlli la riapertura dei reattori spenti per sicurezza dopo lo tsunami: "così si blocca la stabilità dell'attività economica".

 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]