Martedì, 20 Maggio 2014 17:58

Roma sicura, Alfano ne parla ma non prevede provvedimenti e risorse

Scritto da Antonio Patitucci

ROMA - Il Silp Cgil ormai da tempo registra le gravi carenze strutturali dell’apparato sicurezza nella Capitale, con una pianta organica del 36% in meno dal 1995 a oggi, una mancanza sostanziale di mezzi, tecnologie e strumenti giuridici che non assicurano la certezza della pena e la sicurezza degli operatori; un parco auto della Questura vetusto, con un capitolato di spesa per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei mezzi che non supera 1.300.000 euro in un anno, appena sufficienti per un quadrimestre rispetto alle reali esigenze operative del territorio romano; operatori e operatrici di polizia con una età media di circa 45 anni, da decenni sottoposti a uno stress professionale eccezionale che sta comportando una crescita esponenziale di suicidi e di infarti per il personale delle forze dell’ordine.

Circostanze pericolosamente aggravate dalle crescenti tensioni sociali dovute alla  crisi economico-finanziaria. Di fronte a tutto questo  la proposta del ministro dell’Interno per fare fronte all’emergenza ordine pubblico e alla criminalità organizzata nella Capitale (che dispone di miliardi di liquidità e che ha ormai invaso parte del tessuto economico e produttivo romano), si sostanzia in due numeri verdi istituzionali, per ricevere sms di segnalazioni per reati o persone sospette, da privati cittadini. Per questo, a nostro avviso, bastava dirottare tali sms presso le locali sale operative della Polizia e dei Carabinieri. In una situazione di crisi sociale ed economica drammatica come quella attuale, che vede le mafie e il crimine diffuso imperversare nella Capitale è necessario garantire le risorse adeguate, sia sul piano normativo in termini di trasparenza e rigore, sia sul piano dell’efficienza dell’apparato, con organico e mezzi sufficienti. Solo in questa ottica sostanziale è auspicabile creare anche una virtuosa rete sociale per la cultura della legalità che coinvolga adeguatamente le istituzioni locali, le associazioni e i singoli cittadini. Altre fantasiose soluzioni che non garantiscono le risorse adeguate per dare reale sicurezza ai cittadini romani, non possono che apparire vuoti spot elettorali.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]