Martedì, 20 Febbraio 2018 12:49

La Champions League, questione di prestigio

Scritto da

La sosta invernale sta per terminare e presto i tifosi di calcio di tutto il mondo potranno di nuovo godere del miglior spettacolo disponibile per club: la Champions League. Quella che secondo tutti è la competizione più prestigiosa e divertente del pianeta calcistico riprenderà a metà febbraio, dopo la pausa di oltre due mesi messa in atto come da copione ogni anno sia per far riposare le squadre e i calciatori che ne prendono parte sia per evitare di giocare in campi ghiacciati e difficilmente praticabili.

L'edizione numero 63 della Champions League, quella della stagione 2017-18, ha visto fino ad ora qualificarsi alla seconda fase, ossia quella degli ottavi, praticamente tutte le principali candidate al titolo che si assegnerà il 26 maggio prossimo a Kiev. Iniziata a metà settembre, questa edizione si è caratterizzata finora principalmente per alcune sorprese, che riguardano però alcune squadre non di primissima fascia che non sono riuscite a guadagnare il pass per la fase successiva. Parliamo di Borussia Dortmund, Atletico Madrid e Napoli, compagini dall'ottimo valore globale che però non sono riuscite a farsi rispettare nei loro rispettivi gironi, retrocedendo così in Europa League in virtù del terzo posto conquistato.

Salutate queste tre, ci sono però tantissime altre squadre di livello pronte ad accendere le notti da febbraio a maggio, alimentando sempre di più il prestigio e la leggenda di questa competizione magica e con un'aura tutta sua. Gli ottavi di finale inizieranno il 13 febbraio e finiranno il 14 marzo, dando così vita a un intensissimo mese ricco di sfide di andata e ritorno, molte delle quali risultano essere interessantissime. Sulla carta, almeno per ora, il Barcellona e il Manchester City figurano come le favorite per vincere il trofeo secondo gli esperti di pronostici calcistici, dati i loro risultati da agosto a questa parte. Tuttavia dopo la sosta invernale qualcosa potrebbe cambiare ed altre squadre potrebbero intromettersi nella bagarre per alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie. Vediamo quindi di seguito quali sono gli accoppiamenti degli ottavi di finale e come si prospettano in base a quanto sappiamo.

Il 13 febbraio la Juventus ospiterà un ambizioso Tottenham che vorrà confermare di essere una delle squadre che non solo gioca un ottimo calcio ma che può anche stanare avversarie fortissime, come fatto in precedenza con il Real Madrid nel girone di qualificazione. Gli uomini allenati da Mauricio Pochettino e con Harry Kane momentaneamente in cima alla classifica della Scarpa d'oro insieme a Ciro Immobile, saranno un osso duro per la squadra di Massimiliano Allegri, che dopo la finale persa nel giugno 2017 contro il Real Madrid vorrà assolutamente rifarsi in Europa. L'eliminatoria sembra tuttavia essere piuttosto equilibrata, con gli juventini che dovranno assolutamente fare un buon risultato all'andata sfruttando il fattore campo, considerato che in casa gli Spurs sono quasi sempre invincibili. 

L'altro ottavo che inizierà quel giorno è l'andata di Basilea - Manchester City, un doppio confronto il cui esito sulla carta sembra praticamente già scritto. Gli uomini allenati da Pep Guardiola, infatti, hanno stravinto il loro girone di qualificazione e hanno impressionato per la loro velocità e concretezza, oltre che per il bel gioco.

Il 14 febbraio toccherà invece al Porto e al Liverpool sfidarsi all'Estadio do Dragao. Anche questa sembra un'eliminatoria piuttosto incerta, dato che entrambe le compagini si sono qualificati con un affanno e non attraversano certo un momento storico felicissimo. In teoria la bilancia pende leggermente dal lato dei Reds, dove nonostante l'addio di Coutinho, ceduto al Barça, Jurgen Klopp può contare su un Mohammed Salah in grandissima forma.

Nello stesso giorno sarà invece in scena al Santiago Bernabeu la partitissima tra Real Madrid e Paris Saint Germain. I padroni di casa, che in campionato sono ormai lontanissimi dal Barcellona capolista, vorrano dunque concentrare gli sforzi sulla Champions. Tuttavia, forse per la prima volta nella storia, è il Paris Saint Germain il favorito in uno scontro con una grandissima: gli uomini di Unai Emery sono arrivati primi nel girone davanti al Bayern Monaco e contano su una batteria di attaccanti micidiali, con Cavani, Neymar e Mbappe a fare il bello e il cattivo tempo. Ciò nonostante, il Real ha l'esperienza giusta per vincere anche questa doppia sfida, forse la più bella tra quelle in programma.

Il 20 febbraio toccherà al Bayern Monaco ospitare il Besiktas in un'eliminatoria che nessuno avrebbe immaginato ad inizio stagione, ossia con i turchi a giocare da primi classificati e quindi aventi diritto di disputare il match di ritorno tra le mura amiche. Eppure in questo caso i bavaresi sembrano chiaramente favoriti, visto non soltanto il tasso tecnico più elevato a disposizione ma soprattutto l'esperienza sulla quale possono contare. Il ritorno in panchina di Jupp Heynckes dopo il licenziamento di Carlo Ancelotti ha dato anche nuove motivazioni ai calciatori, che vorranno riportare in Bavaria un titolo che manca nel 2013 e hanno le possibilità per farlo.

La stessa sera avrà luogo il match forse più atteso dalla maggior parte di chi ama il calcio, la sfida tra Chelsea e Barcellona a Stamford Bridge. Nonostante i catalani partano favoriti, soprattutto visto l'incredibile inizio di stagione messo a segno con un Messi ispiratissimo, si tratta di una sfida che non può considerarsi chiusa. In primo luogo perché i Blues sono comunque campioni d'Inghilterra e hanno a disposizione dei calciatori di altissimo livello, in secondo luogo perché Antonio Conte è un maestro della tattica e sa imbrigliare i rivali senza farli esprimere al meglio per poi colpire in contropiede. La battaglia tra lui e Valverde sarà soprattutto tattica, con l'italiano che proverà ad estrarre tutto il petrolio possibile nell'incontro di andata, dove oltre a mettere le basi con una vittoria dovrà soprattutto evitare di prendere goal. Giocarsi la qualificazione al Camp Nou è difficile per tutti, il che lascia presagire che l'incontro di Londra sarà importantissimo nell'ottica del passaggio ai quarti. Il Barça però andrà a Stamford Bridge per giocarsela e provare ad ipotecare la qualificazione da subito, giocando all'attacco, come da sempre. Senza dubbio si tratta dell'eliminatoria che promette più spettacolo e divertimento, soprattutto per gli appassionati neutrali.

Il 21 febbraio si giocherà invece in Ucraina l'andata di Shakthar Donetsk - Roma, dove i giallorossi dovranno tenere testa a una squadra che è riuscita a battere persino il Manchester City davanti al proprio pubblico. Con il match di ritorno da giocare all'Olimpico gli uomini di Eusebio Di Francesco hanno in teoria un pizzico di possibilità in più per passare il turno, ma gli ucraini hanno dimostrato di essere una brutta gatta da pelare e non sarà facile per la Roma riuscire ad avere ragione di loro.

Chiude il quadro degli ottavi l'interessantissimo scontro tra Siviglia e Manchester United, con l'andata che si disputa in Spagna. Gli uomini di Vincenzo Montella, appena arrivato, punteranno molto sul match d'andata per poi giocarsela tutta all'Old Trafford, ma è chiaro che sulla carta e visto l'andamento attuale, lo United di José Mourinho ha sicuramente più probabilità di andare avanti in Champions, una competizione che ha vinto in tre occasioni e dove dà sempre il meglio.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077