Sabato, 19 Maggio 2012 22:54

Colori e sogni: Rebecca Covaciu in mostra a Milano

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Nella foto di Steed Gamero, Rebecca Covaciu durente le riprese del film-documento "La voce delle sirene", dedicato proprio alla vita della giovane artista Nella foto di Steed Gamero, Rebecca Covaciu durente le riprese del film-documento "La voce delle sirene", dedicato proprio alla vita della giovane artista

MILANO - Rebecca Covaciu - giovane artista Rom romena, vincitrice del Premio UNICEF/Caffè Shakerato 2008 e del Premio Fondazione Adolfo Pini 2012, ospite d'onore al Festival d'Arte Etnica di Chandigarth e a quello di arte Rom di Marsiglia - è in mostra a Milano presso lo Studio Movimentart di Gregorio Mancino, Alzaia Naviglio Grande, 4 - Milano (per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

"Ho concentrato il mio impegno su alcuni progetti di carattere umanitario," ha affermato recentemente Gregorio Macnino, "perché sono sicuro che, alla fine, i 'sognatori' impegnati a queste imprese, piccole e grandi, dimostreranno di avere precorso i tempi e di avere trovato soluzioni a problemi che sembravano irrisolvibili". La mostra di Rebecca ha debuttato oggi, mentre domani, domenica, la giovane pittrice incontrerà presso lo Studio di Gregorio Mancino intellettuali e artisti milanesi; le opere saranno esposte per due settimane. . "A Milano ho vissuto momenti difficili," ha detto Rebecca, "ma sono anche cresciuta come artista e sono divenuta consapevole di quanto lavoro ci sia da fare, anche per noi Rom, nel campo della difesa dei diritti umani. I miei dipinti e i miei disegni sono dedicati proprio a chi si impegna ogni giorno per cambiare la società in cui viviamo, consentendo a tutti gli esseri umani di avere le stesse opportunità, a tutti i bambini di studiare e vivere le proprie tradizioni, a tutti i popoli di avere la possibilità di essere felici.  Ringrazio Gregorio per avermi ospitato e per condividere i miei sogni".

 

bianco.png