Domenica, 15 Novembre 2020 11:06

Lo schermo dell’arte. “Sono innamorato di Pippa Bacca” di Simone Manetti, la vita e la tragica morte della performer

Scritto da

Simone Manetti, regista livornese classe 1976, ci offre il documentario “Mi sono innamorato di Pippa Bacca”, usando le stesse riprese fatte dalle due autostoppiste , Pippa Bacca e Silvia Moro, durante la loro performance di pace, arricchite dalle interviste ai familiari di Pippa Bacca e alla compagna d’avventura Silvia, rivisitando la vita di Pippa, la sua carriera d’artista, il grande coraggio. Quello dell’autore é un montaggio sapiente, che tiene fortemente in sospeso lo spettatore.  Pi

ppa Bacca, pseudonimo di Giuseppina Pasqualina Marineo  è nata a Milano, il 9 dicembre 1974 ed è stata assassinata a Gebze, in Turchia, il 31 marzo 2008.  Sin dal 1997 aveva intrapreso la strada dell’arte performativa e fu per realizzare la performance Brides on tour, Spose in viaggio, che l’8 marzo del 2008, con l’amica e collega Silvia Moro, partì da Milano per attraversare in autostop quei territori che avevano visto guerre e conflitti - Bulgaria, Turchia, Siria, Libano, Giordania, Israele – vestita da sposa, abito simbolo di purezza, intenzionate a consegnare all’umanità un messaggio di fiducia e di pace.

.Figlia di una madre separata dal marito, cresciuta con altre quattro sorelle, educata alla fiducia negli altri, Pippa Bacca aveva fatto sin da piccola l’autostop con la mamma. Il suo era un temperamento estroso e creativo.  Tipica della sua arte, la trasformazione con l’uso delle forbici di oggetti in altri oggetti: ad esempio, le foto delle persone che le davano un passaggio in macchina erano ritagliate fino ad assumere la forma di un mezzo di trasporto; l'opera Surgical mutations ("Mutazioni chirurgiche") consisteva di foglie raccolte in un bosco e trasformate in altri vegetali. 

Durante lo svolgimento del “Brides on tour” Pippa lavava i piedi alle ostetriche, gesto umile e simbolico verso chi dava la vita.  Brides on tour è un inno all’amicizia tra i popoli. Purtroppo, dopo essersi divisa da Silvia Moro e avere proseguito da sola, il suo viaggio terminò in Turchia, dove fu violentata e uccisa da un balordo che le aveva dato un passaggio. Ironia della sorte, colui che oggi sta scontando in carcere una pena di trent’anni, dopo l’omicidio portò con sé la telecamera di Pippa e in seguito la usò per riprendere un matrimonio di conoscenti. Nel film di Manetti si vedono alcune inquadrature che l’uomo fece alla sposa.

 Regia: Simone Manetti
Interpreti: Pippa Bacca, Silvia Moro
Distribuzione: Wanted Cinema
Durata: 76
Origine: Italia, 2019

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

Sogno per vivere

Non potrei viveresenza sogninell’oscuritadella nottesono luce.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Ne…

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Nervi in Vaticano

Il Covis19 si sta impossessando di tutto, in tutto il mondo. Disneyland, tempio del divertimento, chiuso da tempo per evitare assembramenti, è diventato un “centro covid”, dove al posto dei...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Le cellule cancerose sarebbero in grado di proteggersi in una sorta di letergo, quando sono minacciati dal trattamento chemioterapico. E' quanto emerso in una ricerca apparsa sulla rivista scientifica Cell. 

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Sport

Lazio e Roma protagoniste in Europa: che stagione può essere?

Lazio e Roma protagoniste in Europa: che stagione può essere?

Lazio e Roma stanno dimostrando di poter essere grandi protagoniste sia in Italia che in Europa.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]