Venerdì, 05 Agosto 2022 22:26

Globe Theatre. “Sogno di una notte di mezza estate”con la meravigliosa regia di Riccardo cavallo

Scritto da

ROMA – Dal 3 al 14 agosto al Gigi Proietti Globe Theatre trova posto in cartellone “Sogno di una notte di mezza estate”.

Da sedici anni lo spettacolo va in scena con la brillante regia di Riccardo Cavallo, sempre molto amata dal pubblico. La commedia si apre con un prologo accompagnato dalle note de I pescatori di perle di Bizet – e con questo sottofondo i personaggi salgono lentamente sul palco. 

Teseo, duca di Atene, ha fretta di sposare Ippolita, regina delle Amazzoni, ma si trova a dover dirimere un’importante questione familiare: Egeo, padre della bella Ermia, pretende che il duca costringa la fanciulla a sposare Demetrio, l’uomo che ha scelto per lei. Ermia, innamorata di Lisandro, per sfuggire alla pena capitale, accetta l’offerta dell’amante di fuggire insieme nella foresta, a notte fonda, per sposarsi in segreto. Parallelamente si sviluppa la trama comica che, come spesso accade in Shakespeare, fa da contraltare alla storia degli innamorati: cinque artigiani si improvvisano teatranti, dando vita ad un esilarante siparietto in cui provano lo spettacolo che intendono realizzare alle nozze del duca Teseo, ovvero la tragica storia degli amanti Piramo e Tisbe.

©MarcoBorrelli_l il sogno.jpgNel frattempo, Ermia commette l’errore di confidare il suo segreto all’amica Elena, che per conquistare la gratitudine di Demetrio, del quale è innamorata, gli rivela tutto. Demetrio insegue Ermia e, in una notte senza luna, tutti e quattro i giovani si ritrovano nel bosco incantato. Per rendere il pubblico partecipe dell’atmosfera sognante, il palco si trasforma per mano del folletto Puck, che scopre le gabbiette sospese in aria, ciascuna delle quali rivela una fiammella al suo interno. L’effetto che questo semplice elemento scenografico crea – unito al sapiente uso delle luci – trasporta il pubblico, oltre che i personaggi, in un sogno notturno.

Nel corso della commedia vi sono innesti di arie dal Rigoletto, L’elisir d’amore e I pescatori di perle a fungere da contrappunto musicale alle scene recitate – ed è da segnalare l’esecuzione canora di Carlo Ragone nei panni di Oberon, re degli elfi. Poiché, come ha scritto Shakespeare, “non è mai liscio il corso dell’amore”, trascorre l’intera nottata prima che i quattro giovani – dopo mille scambi di identità e sortilegi – si ritrovino. Alla fine, con l’arrivo del giorno, le coppie si formano in maniera definitiva, e ad Atene non due, ma ben tre matrimoni vengono celebrati.

Al banchetto di nozze di Teseo e Ippolita si esibiscono infine gli attori improvvisati, che, con la loro inesperienza, hanno reso il dramma di Piramo e Tisbe una farsa tutta da ridere. Dire che consiglio di vedere lo spettacolo è superfluo: la regia di Cavallo mi ha trasmesso le stesse emozioni che mi diede un’estate di tanti anni fa, quando varcai per la prima volta la soglia del Globe Theatre per vedere proprio “Sogno di una notte di mezza estate”. Ora che Riccardo Cavallo non c’è più, continua ad esistere nella meravigliosa regia di questa commedia – e il lungo applauso dedicato a lui e a Gigi Proietti, a conclusione della prima dello spettacolo, l’ha dimostrato.

Dal 3 al 14 Agosto, ore 21.00 (da mercoledì a domenica)

Il SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Regia di Riccardo Cavallo

Traduzione Simonetta Traversetti

Produzione Politeama s.r.l.

Interpreti

(in ordine alfabetico)

GEROLAMO ALCHIERI (Nick, Chiappa)

CLAUDIA BALBONI (Titania, Regina delle fate)

TOMMASO CARDARELLI (Tassello)

SEBASTIANO COLLA (Demetrio)

UGHETTA D’ONORASCENZO (Elena)

MARTINO DUANE (Teseo, Duca d’Atene)

ELISABETTA MANDALARI (Ippolita Regina delle Amazzoni)

VALENTINA MARZIALI (Ermia)

BRUNO MONICO (Filostrato)

CRISTINA NOCI (Fata)

CLAUDIO PALLOTTINI (Tom, Beccuccio)

MARCO PAPARELLA (Lisandro, Innamorato di Ermia)

ANDREA PIROLLI (Puck)

RAFFAELE PROIETTI(Francis Ciufolo)

CARLO RAGONE (Oberon, Re degli Elfi)

ALESSIO SARDELLI (Egeo, Padre di Ermia)

MARCO SIMEOLI (Peter Zeppa)

Costumi

MANOLA ROMAGNOLI

Scene 

SILVIA CARINGI E OMAR TONI  

Assistente alla regia 

ELISA PAVOLINI 

Direzione Tecnica  

STEFANO CIANFICHI 

Light Designer 

UMILE VAINIERI

Sound Engineer 

DANIELE PATRIARCA 

bianco.png