Prime Video. “La ballata dei gusci infranti” di Federica Biondi

I gusci infranti sono le case toccate dal terremoto nell’Appennino marchigiano, di cui nelle ultime sequenze il film mostra tristissime immagini di macerie abbandonate.

Ma il terremoto è anche nell’animo dei protagonisti di quattro storie di provincia intrecciate attraverso il racconto di altrettanti personaggi: l’innocuo scemo del villaggio che fa da filo conduttore, il nuovo giovane parroco africano accolto con sospetto dagli sparuti fedeli, due anziani attori al tramonto che mettono in scena l’ultimo atto di una vita di ricordi, un contadina rimasta sola a condure la fattoria di famiglia, una giovane coppia di città che vive in campagna la trepida attesa della nascita di un figlio. E intorno un asinello, mucche ruminanti, pecore belanti, galline starnazzanti in una sorta di involontario presepe che armonizza l’atmosfera volutamente poetica cercata dalla ispirata regista.   Un film senza altre pretese se non quelle di far riflettere sulle miserie della condizione umana, anch’essa un guscio vuoto come le case di paese, che basta niente per farle crollare in pezzi, una ballata amara ma non priva di qualche suggestione. 

 La ballata dei gusci infranti’,  diretto da Federica Biondi, lo si può vedere su Prime Video. Prodotto da Simone Riccioni e Anna Laura Pesallaccia per Linfa Crowd 2.0 — Muvlab e distribuito da 102 Distribution, il film è interpretato da Caterina Shulha, Simone Riccioni, Paola Lavini, Miloud Mourad Benamara, Barbara Enrichi, con l’amichevole partecipazione di Lina Sastri, con la straordinaria partecipazione di Giorgio Colangeli e con Samuele Sbrighi. ‘La ballata dei gusci infranti’ si avvale della sceneggiatura della regista con David Miliozzi e Jonathan Arpetti, della direzione della fotografia di Jamie Robert Othieno, del montaggio di Jack Lucas Laugeni, delle musiche di Zenit, delle scenografie di Giorgia Stella e dei costumi di Simone Oliveri. 102 distribution. Durata: 90’

.

Condividi sui social

Articoli correlati