Redazione

Redazione

La Stazione Zoologica Anton Dohrn – Istituto di Biologia Ecologia e Biotecnologie marine è stato incluso tra le 10 migliori istituzioni al mondo nell’ambito della biologia marina. A decretarlo è Expertscape, la piattaforma mondiale che registra l’impatto scientifico e la reputazione di scienziati, università ed enti di ricerca, dopo aver effettuato uno studio comparativo tra oltre 1000 istituti di ricerca. 

Uno studio dell’Istituto di informatica e telematica del Cnr di Pisa in collaborazione con il Mit di Boston e il Politecnico di Torino dimostra come i pedoni scelgano i percorsi senza calcolare quello più corto per raggiungere la destinazione. Lo studio ha utilizzato i dati della mobilità a piedi di 14mila persone. Il lavoro è pubblicato su Nature Computational Science


 

Dal 21 ottobre 2021 al 17 febbraio 2022 prende il via nella rotonda di Palazzo delle Esposizioni di Roma il programma di incontri nella cornice del progetto espositivo Tre stazioni per Arte-Scienza

Una collaborazione tra l’Istituto di nanotecnologia del Cnr e le Università della Calabria e di Saragozza ha mostrato che la piccola molecola di questo composto naturale inibisce la proteina 3CLpro del virus SARS-CoV-2, fondamentale per la sua replicazione. Lo studio pubblicato su Pharmaceuticals apre nuove prospettive, da approfondire con ulteriori ricerche

ROMA - “Torneranno gli sguardi” di Massimiliano De Giovanni è un romanzo corale che si prende il giusto tempo per introdurci nell’affascinante microcosmo in cui vivono i numerosi personaggi - rappresentato da un condominio nel ghetto ebraico ferrarese - e in cui vi è molta cura nel restituire i loro sentimenti e le loro dinamiche relazionali.

Dal 5 al 7 ottobre la Claind Srl è stata protagonista alla 16ma edizione del Forum Labo Paris Expo de Versailles.

Uno strumento in più per rendere accessibile a tutti il tema del progetto DHIP 

L’attrice al TFF presenta il suo nuovo film The girl in the fountain e sarà protagonista di una Masterclass al Museo Nazionale del Cinema. 30 novembre – 1° dicembre 2021

È stata una presentazione fuori dal comune, emozionante. “Se dicessimo la verità” è stato presentato al cinema Quattro Fontane in un clima di festa e di grande gioia, amplificata anche dalla possibilità, per la prima volta dallo scoppio della pandemia, di vedere la sala piena al 100% della sua capienza.

 

Redazione

ROMA - La Tovaglia di Trilussa è uno spettacolo teatrale interpretato  da Ariele Vincenti che racconta  di come suo nonno  Remo, custode dello Zoo di Roma, sia diventato amico del poeta durante le lunghe passeggiate tra le gabbie degli animali. Una sera Trilussa, ormai settantenne, lo invita per la prima volta a cena in osteria. Tra quintini di vino e sfilatini burro e alici, si entra nella Roma “di una volta” in cui la comicità spontanea, i sani valori popolari e la schiettezza nei rapporti erano il fondamento della vita quotidiana. La cena segue un percorso di narrazione a doppio binario in cui la poetica pungente ed emozionante di Trilussa, viaggia di pari passo con la sua vita avventurosa: dagli inizi nei caffè concerto, alle lunghe tournée in giro per l’Italia, in Europa e in Sud America.

La sua disincantata ironia, gli amori incostanti, il vino come suo migliore amico, lo sperpero del denaro oltre ad un innato senso di libertà che segnerà il suo rapporto col potere, fanno di Trilussa un poeta con un vissuto unico. Nonostante  scriva in dialetto, il riconoscimento e la stima di tanti intellettuali dell’epoca come Pirandello e De Filippo testimoniano quanto l’arte trilussiana sia entrata di diritto nella storia della letteratura. Le sue poesie più famose, le macchiette, i sonetti, le favole malinconiche sono parte fondante di questo racconto teatrale che vuole restituire a noi, e a Trilussa, il giusto ricordo umano, il doveroso onore artistico, la giocosa e scanzonata maschera del poeta che è stato.

 “E’ uno spettacolo popolare, emozionante e divertente in cui - spiega Vincenti - attraverso le parole e aneddoti pubblici e privati  del “Poeta di Roma”, racconto una romanità in via d’estinzione.  All’apice del suo successo, tutte le donne di Roma lo corteggiavano e file di curiosi gravitavano giorno e notte sotto la sua casa. In vecchiaia purtroppo ebbe problemi economici, ma non rinunciò alle amate cene in osteria. La cosa che mi ha colpito è che quando arrivava il conto, Trilussa scriveva due versi sulla tovaglia di carta mezza unta, la strappava, la dava all’oste e la cena era pagata.

Durante le ricerche mi sono reso conto della grande attualità dei suoi scritti che toccano,  con metafore sarcastiche, quegli aspetti sociali della politica e del potere che nella Storia sempre si ripetono uguali a sé stessi.”

Il progetto è sostenuto dal Ministero della Cultura e dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2021 sullo Spettacolo dal Vivo

Dal 12 al 24 ottobre 2021

LA TOVAGLIA DI TRILUSSA

di

Ariele Vincenti e Manfredi Rutelli

con

Ariele Vincenti

                                 

 musiche dal vivo M° Pino Cangialosi

supervisione artistica Nicola Pistoia

 Produzione La Bilancia

dal 12 al 24 ottobre 2021 (h 21.00, mercoledì 13 e 20 h 17.00, domenica 17 e 24 h 17.30)

TEATRO VITTORIA - ATTORI & TECNICI _ Piazza S. Maria Liberatrice 10, Roma (Testaccio) Botteghino: 06 5740170 – 06 5740598

Vendita on-line e info: www.teatrovittoria.it

Come arrivare: Metro: Piramide; Bus: 170, 781, 83, 3

Comunicazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Responsabile Ufficio Stampa: Teresa Bartoli 348.7932811 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biglietti (prevendita inclusa):

  • intero: platea € 30, galleria € 24
  • ridotto (under 35/over 65): platea € 21, galleria € 16
  • ridotto under 18: platea € 15, galleria € 13

bianco.png