Sabato, 04 Aprile 2015 12:04

Yemen. Ad Aden 185 morti, molti civili tra le vittime

Scritto da

ADEN - Almeno 185 persone, perlopiù civili, sono morte e più di 1.200 sono rimaste ferite in nove giorni di combattimenti ad Aden, nel sud dello Yemen.

E' quanto ha reso noto oggi il direttore del dipartimento della Salute, Al-Khader Lassouar, lanciando un appello alla comunità internazionale perchè fornisca aiuti agli ospedali.Dal 26 marzo "fino alla mezzanotte  di venerdì abbiamo registrato 185 morti e 1.282 feriti" nelle strutture sanitarie di Aden, ha

detto Lassouar, precisando che "il 75% di queste vittime sono civili". Il bilancio non comprende le vittime tra i ribelli sciiti, che vengono prese in carico da "loro strutture".Lassouar  ha quindi lanciato un appello alle organizzazioni internazionali e alle monarchie arabe del Golfo, impegnate nell'intervento militare contro i miliziani Houthi, affinchè garantiscano assistenza medica urgente agli ospedali di Aden: "Abbiamo esaurito le scorte di medicinali e gli ospedali non riescono a far fronte al numero crescente di vittime". Il Consiglio  di sicurezza dell'Onu si riunirà oggi per discutere la proposta russa di instaurare "pause umanitarie" nel conflitto.

Correlati

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

A Lamezia Terme nasce la Fondazione Dulbecco per lo studio e la produzione di anticorpi monoclonali di pronectine 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Scuola. La supremazia del banco

Scuola. La supremazia del banco

Bando europeo pubblicato, gara avviata, in attesa di aggiudicazione. In palio migliaia di banchi monoposto per una serena ripartenza delle scuole a settembre. Il dibattito pubblico intorno alla scuola ai tempi...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]