Al via la conferenza dell’ICGEB “DNA Tumori e Virus” dal 16 luglio a Trieste

Oltre 200 scienziati, provenienti da 30 Paesi, si incontreranno a Trieste dal 16 al 21 luglio in occasione della conferenza “DNA Tumori e Virus”, per il ciclo di conferenze “Arturo Falaschi”, organizzata dall’International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (ICGEB)

“Si tratta dell’ottava edizione della conferenza a Trieste”, afferma l’organizzatore, Dr. Lawrence Banks, capo del laboratorio di Virologia dei Tumori e direttore generale dell’ICGEB dal 2019. L’evento si terrà presso il Centro Congressi della storica Stazione Marittima, di fronte al mare, nel cuore di Trieste. Ricercatori da tutto il mondo discuteranno delle ultime ricerche relative al danno al DNA, all’interazione virus-ospite, allo sviluppo dei tumori e alle ultime terapie contro il cancro.

Il Professor Matthew Weitzman, dell’Università della Pennsylvania (USA) è il relatore principale della conferenza e parlerà della regolazione dell’RNA virale e delle nuove scoperte relative ai meccanismi tumorali. 

La conferenza “DNA Tumori e Virus” si tiene ogni anno ed è ospitata a turno dagli Stati Uniti, dal Canada, dal Regno Unito e dall’Italia. Storicamente, vi sono state presentate alcune delle scoperte più importanti nel campo della biologia molecolare e della virologia, come, ad esempio, il meccanismo di splicing dell’RNA.

Gli oncosoppressori e p53 vennero descritti nel 1979, in occasione della prima edizione del meeting. Negli anni successivi, durante la conferenza sono state presentati i meccanismi di regolazione della trascrizione, il processo che porta alla sintesi di RNA, il primo sequenziamento del genoma del virus SV40 (un virus oncogeno a DNA) e diverse terapie antitumorali, come, ad esempio, la primissima descrizione del vaccino contro il Papillomavirus umano. 

Condividi sui social

Articoli correlati