Venerdì, 22 Novembre 2013 15:30

La mano sporca di Chevron. La testimonianza fotografica all'Ambasciata dell'Ecuador

Scritto da
Rate this item
(3 votes)

ROMA - L'Ecuador recupera la tradizione della fotografia di denuncia e propone in tutto il mondo la mostra "De camino hacia la verdad", testimonianza fotografica della contaminazione ambientale in una gran parte dell'Amazzonia, causata dalla compagnia petrolifera Chevron-Texaco.

L'Ambasciata dell'Ecuador in Italia ha deciso, per l'occasione, di aprire le sue porte, accogliendo fotografie e visitatori direttamente nei suoi uffici. In tal modo la visita si arricchisce della  conversazione e le immagini viaggiano coi racconti verbali.
La mostra propone immagini di forte impatto, anche emotivo. Il percorso si sviluppa in due macro aree: il close up sulla natura contaminata e i suggestivi ritratti dei testimoni, molti dei quali così sono costituiti nel Fronte Amazzonico di Difesa che ha querelato Chevron-Texaco, arrivando fino alla sentenza in Cassazione.  La compagnia petrolifera però, nonostante la condanna, non intende pagare e anzi ha portato lo Stato dell'Ecuador davanti al Tribunale internazionale dell'Aia. 

Dopo due azioni (Chevron I e II) concluse a favore dello Stato ecuadoriano, ora la compagnia statunitense contesta - sempre a  l'Aia- l'Ecuador tentando di addossargli la responsabilità dei danni in base a un Trattato Bilaterale tra Stati Uniti ed Ecuador siglato nel 1993 (un anno dopo la fine delle operazioni dell'impresa nel Paese) ed entrato in vigore 5 anni dopo.  Una improbabile applicazione retroattiva sarebbe dunque la pretesa di Chevron-Texaco. Per questo e per le chiare responsabilità emerse dalla sentenza di condanna, il 14 novembre la Procura Generale dell'Ecuador ha formalmente chiesto al Tribunale dell'Aia la cancellazione dell'udienza prevista per gennaio 2014 e la sospensione del processo.
Nell'ambito di questa complessa vicenda politica, giudiziaria e umana, s'inserisce la campagna "La mano sporca di CHEVRON" voluta dal Presidente Rafael Correa per far conoscere i fatti all'opinione pubblica internazionale e per difendersi dalle accuse di Chevron-Texaco. Per questo l'Ambasciata a Roma ha dedicato una giornata, venerdi 22 novembre, alla mostra che sta girando per il mondo. In Germania si è inaugurato ieri, altrove si è aperta o si aprirà.  

A Milano la mostra è visibile presso il Consolato dell'Ecuador, a Genova sarà visitabile fino al 28 novembre presso la Fondazione Casa America.

La mano sporca di Chevron. La testimonianza fotografica all'Ambasciata dell'Ecuador from Dazebao on Vimeo.

Last modified on Venerdì, 22 Novembre 2013 16:42

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]