Domenica, 21 Luglio 2019 11:02

Gianfranco Venturi promuove “Lago in Rosa”, le "donne in rinascita" contro il tumore

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Sabato mattina Trevignano Romano si sveglia con la passeggiata lungolago colorata di rosa: tulle rosa sulle ringhiere, fiocchi e nastri rosa appesi agli alberi, trionfi di palloncini rosa ovunque.

E' Lago in Rosa, la manifestazione promossa dallo stilista Gianfranco Venturi, con i cui abiti sfileranno oltre 50 "donne in rinascita", sostenuta dal Comune di Trevignano Romano e patrocinata da tantissimi Comuni, Istituzioni e associazioni impegnate nella diffusione della cultura della prevenzione oncologica.

Con il passare delle ore il clima di festa e di allegria aumenta ed iniziano ad arrivare le donne, tante donne. Tra di loro una piccola ma significativa differenza: tante hanno un tocco di rosa, un fiocchetto nei capelli, un nastrino, un braccialetto. Sono loro, le "donne in rinascita", quelle che stasera sfileranno dopo aver combattuto o stare ancora combattendo la lotta contro il tumore.

Alle 19 arriva al molo la Motonave Sabazia II, nella quale verranno allestiti i camerini e il backstage: salgono le modelle, gli ospiti, la stampa, le autorità, tanti sindaci e rappresentanti dei Comuni e di tutte le realtà che hanno collaborato. "Signori si parte" annuncia il Comandante: il lago di Bracciano e Trevignano Romano dal lago al tramonto sono magici. Le donne - e lo dico con affetto e ammirazione - commoventi nel loro splendore, segno di una rinascita che stanno davvero vivendo.

E mentre sottocoperta parrucchieri e truccatori insieme allo stilista Gianfranco Venturi le preparano per la sfilata, sul ponte tutti elogiano l'iniziativa con sincere e spesso commosse parole di ammirazione nei loro confronti. Il clima è di allegria e solidarietà, ancor più di comunanza e condivisione, tutti fanno tutto per poter collaborare: chi porta il ghiaccio chi i tramezzini chi l'acqua e chi gli abiti o gli accessori. I produttori locali hanno il pane, e le pizze, il formaggio, i vini per l'aperitivo "Non toccate i vestiti con le mani unte di tramezzini" "Lavatevi le mani in bagno" "Ma insomma state attente" "Vieni qui tesoro la cerniera non è chiusa bene" "Girati cara, ecco, il calpello così va meglio". Scende la sera. La motonave attracca al molo, gli ospiti scendono, a bordo restano le modelle,lo stilista, i parrucchieri, i truccatori per gli ultimi dettagli. La passeggiata lungolago 

è illuminata di rosa, con un sottofondo musicale e affollata, tutte i posti a sedere occupati. L'attesa è tanta e viene ricompensata da una meravigliosa sfilata: abiti morbidi colorati fluttuanti portati con piglio deciso e sicurezza da professioniste da queste modelle che dalla loro hanno l'immenso coraggio con cui hanno affrontato o stanno ancora affrontando un faticoso percorso. Sono donne di ogni età che sfilano sotto l'occhio ammirato dei presenti, e affettuoso dei parenti che, si intuisce, hanno combattuto insieme la loro battaglia e dei medici che ne conoscono molte personalmente. 

Sono tutte applauditissime lungo i quasi 500 metri di passerella. La sfilata si conclude con l'uscita di Gianfranco Venturi davvero stanco e davvero felice.

Last modified on Domenica, 21 Luglio 2019 12:06

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]