Martedì, 06 Settembre 2016 07:51

Venezia 73. “Piuma”, un film riuscito

Scritto da

In concorso ufficiale alla 73ma mostra di Venezia

LIDO DI VENEZIA (nostro inviato) "Boh ha funzionato". Così Blu Yoshimi parla del provino con cui Roan Johnson l'ha scelta, ma lo stesso potremmo anche dire di Piuma. Nessun elemento straordinario, ma l'alchimia creata da piccoli accorgimenti fa di questa commedia in concorso alla 73 esima edizione della Mostra del cinema di Venezia, un film riuscito. Secondo italiano in gara per il Leone d'oro, é la storia di due diciottenni alle prese con una gravidanza inattesa per la quale non sono preparati. "É raro che una commedia sia in concorso al Lido ma é la prova che il nostro cinema sta vivendo un buon momento - commenta Roan Johnson - si torna ai film di genere e si fanno commedie diverse dai cinepanettoni. Volevamo recuperare la tradizione di Monicelli e Virzì". 

Il regista ha scritto la sceneggiatura con la compagna Ottavia Madeddu (l'ispirazione é nata quattro anni fa quando i due hanno saputo di aspettare un figlio), con Carlotta Massimi e Davide Lantieri.

Protagonisti due giovani diciottenni Cate ( Blu Yoshimi) e Ferro (Luigi Fedele) affiancati da Sergio Pierattini, Francesco Colella e Michela Cescon. "Per i due attori principali ho fatto centinaia di provini, volevo due adolescenti ma stavamo per cambiare la storia e scegliere due persone più grandi, poi ho trovato Blu e Luigi" racconta il regista. "Una mia amica che aveva fatto il provino mi ha detto che cercavano un ragazzo un po' street casinaro e ha pensato a me" ricorda Luigi Fedele.

L'essere appena diciottenni ha permesso ai due ragazzi di rendere in maniera credibile l'approccio di una coppia di liceali a una gravidanza non voluta, non cercata, ma progressivamente accettata. Si trovano a doversi assumere le loro responsabilità, cercando di fluttuare sulle difficoltà nonostante le famiglie incasinate, le difficoltà economiche, la mancanza di un lavoro. Leggeri come una piuma. Immaturi ma forse non così tanto come potrebbe sembrare ai loro genitori. Quelli di lui sono Michela Cesco e Sergio Pierattini la cui interpretazione del padre toscano in costante conflitto con la romanità regala la maggior parte delle risate del film. Il padre di lei 

Il regista di “ Fino a qui tutto bene” e “I delitti del barlume” porta a Venezia una pellicola non particolarmente ricercato ma ben scritta e dalla comicità genuina. Per la colonna sonora si é affidato a Francesca Michielin che ha scelto il brano "Almeno tu": "Nel film non si sente mai la parola ti amo e nemmeno nella mia canzone ma nei due protagonisti c'é la voglia di stare uniti, di prendersi cura l'uno dell'altro, e certe volte é più importante". 

DATA USCITA: 20 ottobre 2016

GENERE: Drammatico , Commedia , Sentimentale

ANNO: 2016

REGIA: Roan Johnson

ATTORI: Luigi Fedele, Blu Yoshimi, Michela Cescon, Sergio Pierattini, Francesco Colella, Brando Pacitto, Francesca Antonelli, Massimo Reale

SCENEGGIATURA: Roan Johnson

FOTOGRAFIA: Davide Manca

MONTAGGIO: Paolo Landolfi, Davide Vizzini

MUSICHE: Lorenzo Tomio

PRODUZIONE: Sky Cinema e Palomar

DISTRIBUZIONE: Lucky Red

PAESE: Italia

DURATA: 98 Min

PIUMA - TRAILER

 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 71. Vademecum del festival

CANNES - Nel 2018 il festival di Cannes si svolge dall'8 al 19 Maggio e compie settantuno anni, tanto che molte testate per brevità lo definiscono anche Cannes71.  Cittadina del...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Opinioni

Come difendersi dalle furbizie del mercato. Incontro con Massimiliano Dona, pres…

Le aziende fornitrici di servizi pubblici che mandano le bollette di pagamento ogni 28 giorni, inventandosi così il tredicesimo mese dell’anno, e di fatto aumentano le tariffe. Le compagnie telefoniche...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Enzo Tortora, un uomo perbene

Trent’anni fa moriva il popolare conduttore tv dopo una drammatica vicenda giudiziaria iniziata nel 1983  “Dunque, dove eravamo rimasti? Potrei dire moltissime cose e ne dirò poche. Una me la consentirete:...

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Speech Art

Quattro voci e una Biennale. Speciale Speech Art Venezia

Quasi alla fine dell’ultima edizione della Biennale di Venezia, raccogliamo le idee e tentiamo di rispondere a un quesito fondamentale che ci sale alla mente, proprio a partire dalle parole...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077